Come scacciare i fantasmi che infestano il mercato: Aulas, Klopp, il Sassuolo

Come scacciare i fantasmi che infestano il mercato: Aulas, Klopp, il Sassuolo

Mentre il cinema mondiale si prepara al film reboot al femminile della serie Ghostbusters, il Napoli scopre che il suo calciomercato, almeno secondo i giornali, è infestato sempre dagli stessi fantasmi. Vecchi amici, gente che è carta conosciuta e che si ripresenta sulla scena per mettere di nuovo i bastoni tra le ruote, poco o molto tempo dopo l’ultima volta. 

Iniziamo da quello che è, anche per il Napoli, un vero e proprio reboot due anni dopo. Un fantasma che ha agitato le notti dei tifosi azzurri e degli operatori di mercato, e che pare si diverta a tormentare tutti coloro che si avvicinano a lui anche già solo per abbozzare un affare. Si chiama Jean-Michel Aulas, è il presidente del Lione e si diverte da matti a rompere le scatole a chiunque voglia acquistare un suo calciatore. Quando poi l’acquirente è il Napoli, Aulas è proprio un bimbo felice. Per Tolisso, centrocampista francese classe ’94, si sta rivedendo lo stesso film del caso-Gonalons: lo scrive Il Corriere dello Sport, che racconta di «una prima offerta da 15 milioni già presentata al Lione. Risposta secca, due di picche. Ora, però, il club partenopeo è pronto a rifarsi sotto per convincere il poco trattabile presidente Aulas». Stessa solfa per il Corriere del Mezzogiorno, che è ancora più preciso sulle cifre: «Giuntoli si è fiondato sul centrocampista francese, ma il presidente Aulas spara alto (20 milioni) e non si smuove dalle sue posizioni. Il Napoli è pronto a sedersi per discutere della trattativa». I timori dei tifosi sulle lungaggini del mercato azzurro sono confermati, confermatissimi. Ora sì.

Un altro grande fantasma di questo mercato ha un profilo da allenatore hipster: gli occhiali, l’heavy metal, la retorica del grande motivatore di uomini. Sì, è lui. È Jurgen Klopp. Che dopo aver soffiato (?) Zielinski a Napoli, è pronto a fare lo stesso con l’altro grande nome per il centrocampo azzurro. Hector Herrera, e chi sennò? Lo scrivono alla Gazzetta dello Sport: «Il messicano pare essere soddisfatto dell’offerta che gli ha fatto pervenire il Napoli. E cioè, 1,8 milioni di euro all’anno per le prossime 5 stagioni, con tutta una serie di bonus legati ai risultati. È questo l’unico caso in cui a complicare la trattativa è la richiesta del club: il Porto non vuole smuoversi da quella iniziale, 20 milioni di euro, mentre De Laurentiis s’è fermato a quota 18. Probabilmente, arriveranno ad un accordo, ma bisogna fare in fretta, perché alla mezzala messicana si sta interessando anche il Liverpool: Klopp, il manager, è negli Stati Uniti dove ha già seguito Gonzalo Higuain e farà la stessa cosa con Herrera». L’ottimismo, quindi, c’è ancora anche se moderato. Ma se Klopp decide, c’è poco da fare. Il Liverpool, che sembra non avere centrocampisti e fare il mercato leggendo le sole notizie sul Napoli, non può conoscere rivali.

Il terzo e ultimo antagonista di questo mercato azzurro veste il neroverde. È un fantasma strano perché non sembra avere colpe specifiche. Ma è lì, pronto a rompere le scatole. Il Sassuolo, infatti, dopo aver sedotto e abbandonato De Laurentiis nella trattativa per Vrsaljko, sembra voler tentare Gianluca Lapadula. Che ieri sembrava essere a un passo dal sì al Napoli, e che oggi invece avrebbe manifestato di nuovo perplessità rispetto alla prospettiva azzurra. Lo scrivono, in tandem, Gazzetta Tuttosport: per la rosea, «il Napoli rischia di perdere terreno, visto che con i denari in arrivo per Vrsaljko (e la benedizione della Juventus) il diggì Carnevali stringe, appunto, per il goleador della B. In questo momento sia il club di De Laurentiis che il Genoa offrono per lui 8,5 milioni di euro, esattamente come il Sassuolo. In questa partita è decisiva la volontà della punta torinese, evidentemente allettata dalla sfida europea da protagonista piuttosto che dallo sbarco al San Paolo come vice Higuain»; il quotidiano torinese, invece, resta in tema di fantasmi e affini e parla della “paura di Lapadula”: «Aurelio De Laurentiis ha avanzato l’offerta più concreta al collega Daniele Sebastiani. Ovvero 8 milioni e mezzo per avere Lapadula e Gianluca Caprari, con quest’ultimo che verrebbe confermato in prestito nella squadra di Massimo Oddo. All’attaccante andrebbero 500.000 euro a stagione, più eventuali bonus, ma questo non lo convince ancora a dire sì. Lapadula ha infatti paura di ritrovarsi con gli spazi chiusi in attacco, dove Gonzalo Higuain è intoccabile e dove Manolo Gabbiadini è stato appena confermato dal numero uno azzurro: finalmente raggiunta la serie A a 26 anni, vorrebbe essere protagonista sul campo». Il vero fantasma, quindi, è l’argentino con la maglia numero nove.

Notizia di servizio, da Sky: il Napoli fa sul serio per Fabinho, talentuoso laterale brasiliano classe ’93 del Monaco. Secondo la redazione milanese, su di lui ci sarebbero anche Manchester United e Barcellona, oltre all’altro fantasma più piccolo Atletico Madrid. Robetta rispetto a Lione, Liverpool e Sassuolo. Per quelli sì che c’è bisogno dei Ghostbusters.

ilnapolista © riproduzione riservata