Arrigo Sacchi: al Napoli serve un’impresa, alla Juve una buona partita

Arrigo Sacchi: al Napoli serve un’impresa, alla Juve una buona partita

Tantissimi i pareri espressi su Juventus-Napoli. Tra questi anche quello di Arrigo Sacchi in prima pagina sulla Gazzetta dello sport, così titolato: “Il Napoli è più squadra, la Juve ha più individualità”. Ecco alcuni stralci.

“Oggi, tutt’e due hanno un’idea del calcio più internazionale che nazionale (i bianconeri con qualche amarcord), pensano che il gioco sia il miglior propellente per esaltare i propri giocatori e il miglior deterrente per fermare l’avversario.

“Il Napoli di Sarri è la grande sorpresa dell’anno: l’allenatore, contestato da una parte di tifoseria dopo un inizio incerto, sta pilotando magistralmente la navicella azzurra. Nessuno aveva previsto il Napoli come avversario della Juventus. Il club partenopeo non avrà l’organizzazione, il blasone e la storia di altri, ma De Laurentiis ha mostrato ancora una volta di avere un’intuizione geniale nell’ingaggiare Maurizio che gli ha fatto spendere poco negli acquisti, rivalutando la squadra e i giocatori che l’anno precedente avevano suscitato molti dubbi: Insigne, Jorginho, Hamsik, Ghoulam, Koulibaly, Albiol. Gli azzurri non solo sono primi, ma giocano un calcio sontuoso. Higuain e Insigne segnano come non mai, ma sono supportati come non mai. La difesa subisce pochi gol, perché la collaborazione di tutta la squadra aiuta il reparto. Il Napoli non ha la rosa della Juventus, neppure l’esperienza e la personalità, ma sono certo che andrà a Torino senza particolari tatticismi. Gli uomini di Sarri, quando non giocano bene e a ritmi elevati, faticano a vincere contro chiunque, mentre gli juventini hanno più individualità che possono essere decisive anche in una giornata storta.

“Se il Napoli è in leggero vantaggio per quanto riguarda la compattezza di squadra, il pressing e il possesso, il vantaggio della Juventus sta nelle qualità individuali, nella determinazione, nella personalità e nell’abitudine ad incontri come questi. Pertanto agli uomini di Sarri occorrerà un’impresa, mentre a quelli di Allegri basterà una buona partita, la forma di tutti e, in particolare, dei vari Pogba, Dybala e Cuadrado. In ogni caso, che sia un grande incontro e che vinca chi avrà giocato meglio.

ilnapolista © riproduzione riservata