Il Mattino “dimentica” il passaggio di Sarri sul Napoli di Benitez

Il Mattino “dimentica” il passaggio di Sarri sul Napoli di Benitez

In questi mesi abbiamo più volte “tolto l’occasione” e Diego sa quanto ci è costato. Ma stavolta, sia pure con due giorni di ritardo, vi riportiamo un dettaglio eloquente del complesso che la redazione sportiva del Mattino continua ad avere nei confronti di Rafa Benitez. Del resto, credeteci, su quelle pagine l’allenatore spagnolo è più citato del settanta per cento dei calciatori del Napoli.

Questa merita. Venerdì, nel corso della conferenza che ha preceduto la partenza degli azzurri per Torino, Sarri parla degli avversari così: “C’è un po’ di Conte nella Juventus così come c’è un po’ di Benitez nel Napoli. Quella di Allegri è una gestione eccezionale, credo ci sia molto più di Allegri rispetto a quanto si dice”. Una frase tanto intelligente quanto ovvia. Che però il giorno dopo, nel resoconto della conferenza – che Il Mattino trasforma in intervista – sul quotidiano che fu di Matilde Serao del passaggio non v’è traccia. La frase viene orwellianamente così trasformata: “Si vede più il suo marchio nel Napoli o di Allegri sulla Juve?” «Difficile arrivare a certe conclusioni. Penso che la gestione di Allegri del dopo Conte sia stata eccezionale, poteva essere traumatica e lui ha fatto qualcosa di straordinario». Di Rafa non v’è traccia. Tranquilli, lo ritroverete in ogni editoriale.

ilnapolista © riproduzione riservata