Il decalogo del commentatore del Napoli: se vince o se perde

Il decalogo del commentatore del Napoli: se vince o se perde

Breve vademecum del “giornalista”, commentatore, opinionista, ospite, agente di calciatore, intermediario, ex calciatore, futuro calciatore, blogger e di chiunque per qualche ragione ai più sconosciuta sente di dire e/o scrivere la propria tesi su ogni partita del Napoli con la stessa urgenza di un incontinente.

ISTRUZIONI Usare una o più delle frasi chiave presenti negli elenchi A e B e ricamarci attorno la prima ovvietà che vi viene in mente.

SE IL NAPOLI PERDE O PAREGGIA

1) Non si può esagerare con il turn-over

2) Non si può far giocare sempre gli stessi

3) Sarri non è stato calciatore e pecca di presunzione

4) De Laurentiis è un pappone che capisce solo di cine panettone 

5) Il Napoli è dipendente da Higuain

6) Koulibaly si distrae ed è troppo irruento

7) Allenare il Napoli non è come farlo ad Empoli

8) È colpa di Benitez!

9) Insigne gioca troppo per sé, non crescerà mai

10) Il Napoli non è pronto per lo scudetto

SE IL NAPOLI VINCE 

1) Il turn-over è stato fatto con equilibrio e intelligenza

2) I titolarissimi sono la vera forza di questo Napoli

3) Sarri è l’avanguardia del calcio italiano. Ha lasciato una carriera in banca e si è fatto da solo

4)De Laurentiis ci ha portato dalla C di Cittadella alla C di Chelsea in Champions

5) Higuain segna sempre perché ben supportato dalla squadra

6) Koulibaly è il nuovo Thuram

7) Il Bayern Monaco gioca come il Napoli di Sarri

8) Benitez ha dato una base solida di gioco a questi ragazzi

9) Insigne è maturato, è un campione e i campioni devono cercare sempre la giocata vincente

10) Il Napoli può vincere quella roba lì

ilnapolista © riproduzione riservata