ilNapolista

Bundesliga da record: 2,6 miliardi di ricavi nell’ultima stagione e 51 milioni di utile

Bundesliga da record: 2,6 miliardi di ricavi nell’ultima stagione e 51 milioni di utile

Momento d’oro per il calcio tedesco. Se la nazionale di Low è (meritatamente) campione del mondo, la massima serie tedesca è un torneo in salute, dai conti splendenti. Marco Bellinazzo, firma del Sole24Ore, ha pubblicato sul suo blog un’analisi sulla situazione della Bundesliga, che ha da poco pubblicato i suoi bilanci.

Cifre da record: «Con 2,62 miliardi di ricavi complessivi – si legge nel blog -, i club della massima serie tedesca migliorano del 7% il risultato raggiunto al termine della stagione 2013/14, con un utile di circa 51 milioni di euro». I dati sono stati presentati da Christan Seifert, Ceo della Bundesliga, in occasione del meeting annuale tenuto a Colonia. Il confronto col passato è impietoso: nel 2013 la somma dei ricavi di Bundesliga e Bundesliga 2, la nostra Serie B, non raggiungeva il dato attuale riguardante la sola Bundesliga.

Gran parte di questa cifra arriva dai diritti televisivi: 731,1 i milioni guadagnati dalla vendita delle esclusive audiovisive e web (14,3 milioni in più rispetto al 2014), pari al 27,88% dell’intero monte ricavi. Quella dei media è l’unica voce sopra il 20% insieme ai ricavi derivanti da pubblicità e sponsor. Secondo Bellinazzo, questa è «la riprova dell’equilibrio nella distribuzione delle varie entrate per le società teutoniche». Dagli sponsor arrivano circa 672 milioni di euro, il 25% dei ricavi: 32 milioni in più rispetto all’esercizio precedente. In aumento anche i ricavi da stadio, passati da 482,5 a 520,6 milioni di euro nel giro di un anno.

Aumentano i ricavi, ma aumentano anche i costi: nella stagione 2014/15, i club della massima serie hanno sostenuto una spesa totale pari a 2,57 miliardi di euro, in aumento del 6,8% rispetto all’ammata precedente. Un record, in questo caso negativo, controbilanciato da cifre fenomenali e ancora in netta crescita. Un modello da cui prendere esempio.


ilnapolista © riproduzione riservata