L’Arsenal vince a Swansea 2-1 e resta in testa

L’Arsenal, che ospiterà martedì il Napoli per il secondo turno della Champions, vince sul campo dello Swansea (2-1), formazione gallese di metà classifica, e continua la sua corsa di testa nella Premier League.
Il successo matura nel secondo tempo con i gol dell’esterno destro Gnabry (58’) e del centrocampista Ramsey (62’) sempre puntuale in zona-gol.
Wenger non ha fatto turn-over schierando tutti i titolari. Assente Theo Walcott infortunato che salterà anche la partita col Napoli. L’Arsenal ha faticato per avere la meglio sulla resistenza dello Swansea, schierato anch’esso col 4-2-3-1, ma alla fine la superiorità tecnica dei londinesi ha avuto la meglio. A secco il centravanti Giroud.
L’Arsenal (4-2-3-1) ha giocato con Szczesny; Sagna, Mertesacker, Koscielny, Gibbs; Flamini, Ramsey; Gnabry (78’ Arteta), Ozil (88’ Monreal), Wilshere (92’ Jenkinson); Giroud.
MARSIGLIA – L’Olympique, che ospiterà il Napoli il 22 ottobre per la Champions, mantiene il passo di testa nel campionato francese espugnando il campo del Lorient (2-0), squadra di bassa classifica. Partita mediocre risolta da un calcio di punizione dal limite di Mathieu Valbuena (58’), origini spagnole, migliore in campo, e dal raddoppio di André Ayew, in contropiede (90’).
Il Marsiglia ha giocato una partita ordinata, ma nulla più. Prima della punizione di Valbuena, sfiorava il gol con Jordan Ayew (36’) e con lo stesso Valbuena (43’). Il portiere marsigliese Mandanda, di origini congolesi, non è stato mai impegnato (bravo nelle prese alte).
Il Marsiglia non ha mai spinto sull’acceleratore. Martedì giocherà a Dortmund contro il Borussia per la Champions. Ha tenuto a riposo il cannoniere Gignac. Due mediani davanti alla difesa a quattro (qualche svarione di N’Koulou, esterni sempre arretrati). Tre mezze punte alle spalle dell’unico attaccante.
Valbuena è il regista offensivo, un po’ Hamsik. Il mediano Romao, togolese, si dedica soprattutto a costruire, Payet intercetta e difende, come Behami.
Tecnicamente inferiore, il Lorient non ha mai messo in difficoltà l’Olympique. Ha tirato di più ma fuori bersaglio.
L’Olympique Marsiglia (4-2-3-1) ha giocato con Mandanda; Fanni, N’Koulou, Mendes, Mendy; Romao, Imbula; Payet, Valbuena (75’ Cheyrou), André Ayew; Jordan Ayew (59’ Khalifa).
BORUSSIA – Goleada del Borussia Dortmund sul Friburgo (5-0), ultimo della Bundesliga. Il Borussia mantiene la testa della classifica col Bayern, uniche due squadre imbattute.
E’ stato un monologo della formazione di Dortmund col 24enne Marco Reus, prodotto del vivaio giovanile, sugli scudi, autore delle prime due reti (35’ e al secondo minuto di recupero del primo tempo) e dell’assist per la terza rete dei borussi.
Il Friburgo (4-4-2) ha solo subito. Per giunta, alla fine del primo tempo, restava in dieci per l’espulsione del difensore Diagne per fallo da ultimo uomo in area (Reus siglava la doppietta personale su penalty).
Doppietta anche per Lewandowski (58’ e 70’). Il quinto gol era siglato da Blaszczkowski (79’) subentrato a Mkhitaryan.
In Champions, il Borussia ospiterà martedì l’Olympique Marsiglia.
Il Borussia (4-3-2-1) ha schierato: Wedeinfeller; Grosskreutz, Subotic, Hummels, Durm; Sahin, Bender (46’ Kirch), Aubameyang; Mkhitaryan (61’ Blaszczkowski), Reus (62’ Hofmann); Lewandowski.
Mimmo Carratelli

ilnapolista © riproduzione riservata