Buffon blinda il gol di Gilardino

Sofferta vittoria dell’Italia nella decisiva partita per la qualificazione mondiale contro la Bulgaria a Palermo (1-0). Al Mondiale dell’anno prossimo in Brasile manca un passo, anche un pareggio martedì prossimo a Torino contro La Repubblica ceca ed è fatta. La Bulgaria, seconda, si allontana a sette punti dall’Italia che domina il gruppo B, unica formazione imbattuta. Un gol di Gilardino, alla fine del primo tempo, fa volare gli azzurri. Ma è stato Buffon il gran protagonista. Con tre paratone ha protetto il gol di Gila in un match che la Bulgaria ha dominato per tre quarti di gara anche grazie a una migliore condizione fisica.
La Bulgaria ha dominato nel primo tempo con un palleggio elegante, un superiore possesso-palla, buon gioco offensivo contro cui Buffon doveva opporsi per la prima volta al 20’ intercettando una violenta conclusione di Tonev. L’Italia, in difficoltà, ha avuto il merito di non disunirsi e aspettare. Su Pirlo giocavano a turno Gadzhev e Popov. Ma il centrale juventino se ne liberava spesso, però impreciso nei lanci.
I bulgari volavano sulle ali con Manolev e Nedelev, un ventenne molto interessante. La manovra offensiva azzurra si illuminava a tratti per merito di Insigne (schierato in partenza al posto di Giaccherini). Il napoletano, spesso cercato da Thiago Motta e in tandem con Antonelli sulla fascia sinistra, puntava Yordan Minev saltandolo puntualmente, ma si prodigava anche nei rientri. Gilardino era martirizzato da Bodurov, fallosissimo, ma teneva botta e decideva il match sul cross di Candreva occasionalmente a sinistra (Insigne aveva appena preso una botta) e colpo di testa sovrastando il più piccolo dei Minev (38’).
Aggressiva la Bulgaria nella ripresa, mentre l’Italia accusava la fatica. Saltavano per infortunio Antonelli (62’ Astori) e Abate (79’ Maggio). Buffon doveva salvare due volte la vittoria sulla conclusione di Popov da due passi (48’) e sul tiro di Rangelov (62’) appena entrato. La Bulgaria, alla ricerca del pareggio, si faceva più offensiva con gli ingressi di Iliev (55’ per Manolev), Rangelov (61’ per Tonev) e Delev (75’ per Dyakov) schierandosi con un aggressivo 4-3-3.
Pericoli per la porta azzurra nell’ultimo quarto d’ora dopo che Bodurov aveva salvato a porta vuota sulla conclusione di Gilardino (73’) a seguito di un pasticcio della difesa bulgara. Il calo degli azzurri era evidente. Su tre corner consecutivi nei quattro minuti di recupero avanzava nell’area italiana anche il portiere Mihaylov. L’Italia riusciva a conservare la vittoria.
Non ha funzionato gran che il centrocampo, poco brillante. Gilardino si è battuto da solo nel cuore della difesa bulgara (diciannovesimo gol in azzurro raggiungendo Bettega, a un gol da Paolo Rossi). Candreva non ha mai sfondato tranne nell’azione del cross per Gila. La difesa ha dovuto far mucchio contro le combinazioni volanti dei bulgari e Buffon ha salvato tutto. E’ piaciuto molto Insigne, più di Giaccherini che gli subentrava al 65’. Gioco incisivo del napoletano a sinistra, subito due assist per Gilardino e Pirlo, molto movimento, vincente nell’uno contro uno, anche una conclusione sventata dal portiere bulgaro (26’).
Mimmo Carratelli

ITALIA (4-3-2-1): Buffon; Abate (79’ Maggio), Bonucci, Chiellini, Antonelli (62’ Astori); De Rossi, Pirlo, Thiago Motta; Candreva, Insigne (65’ Giaccherini); Gilardino.
BULGARIA (4-1-4-1): Mihaylov; Yordan Minev, Bodurov, Ivanov, Veselin Minev; Dyakov (75’ Delev); Manolev (55’ Iliev), Gadzhev, Popov, Nedelev; Tonev (61’ Rangelov).
ARBITRO: Carballo (Spagna).
RETI: 38’ Gilardino.

QUALIFICAZIONI MONDIALI. Gruppo B.
Italia-Bulgaria 1-0, Malta-Danimarca 1-2, Repubblica ceca-Armenia 1-2.
CLASSIFICA: Italia 17 punti (13-4); Bulgaria 10 (11-5); Repubblica ceca 9 (7-6); Armenia 9 (8-9); Danimarca 9 (8-10); Malta 3 (3-16).
PROSSIMO TURNO. Martedì 10: Italia-Repubblica ceca a Torino, Malta-Bulgaria, Armenia-Danimarca.

ilnapolista © riproduzione riservata