Il mercato del Napoli sono le cheerleaders

L’ultima “tentazione”, se Cavani va via, è Abel Hernandez (8 milioni), il centravanti uruguayano del Palermo (23 anni, 34 gol in 129 partite, fermo sei mesi nell’ultima stagione per la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro). Sul Matador è entrato in campo il Paris Saint Germain e c’è il Chelsea. Ma tutti vogliono risparmiare sui 63 milioni dell’ormai leggendaria clausola rescissoria.

Continua l’inseguimento del Napoli a Callejòn e Gonalons. Entrata a piedi uniti (offerta di 15 milioni al Torino!) per Ogbonna disturbando la Juve. E’ arrivato il ventitreenne portiere brasiliano Rafael (5 milioni) dopo Mertens (10 milioni).
Lavori in corso ovunque, mercato debole.
La Juve ha già speso 28,8 milioni di euro per Tevez e i riscatti di Asamoah e Peluso. La Lazio è a quota 20,5 milioni (8 per il brasiliano Anderson 20 anni, 7 per l’argentino Biglia, centrocampisti). La Fiorentina è ferma a 8,6 milioni spesi soprattutto per i riscatti di Cuadrado e Tomovic. Sempre in ballo la cessione di Jovetic.
L’Inter ha sganciato 13 milioni solo per il ventenne argentino Icardi della Sampdoria e 8 per il riscatto di Handanovic. Dal Parma è arrivato Belfodil nella trattativa che ha portato Cassano al club emiliano. Fermo il Milan: 4,5 milioni per Saponara, 21 anni, fenomeno dell’Empoli, in arrivo il trequartista giapponese Honda. Il Milan ha bisogno di vendere (Robinho, Boateng) prima di acquistare.
La Juventus conta in “rosa” la bellezza di dieci attaccanti per una somma-gol di 659 reti. Bum! Con gli arrivi di Tevez e Llorente, molti sono in partenza. Idea pazza per il Napoli: prendere Matri e Quagliarella per sostituire Cavani. Oplà! Benitez potrebbe optare per il 4-4-2. Si tratta di due attaccanti maturi: Matri 28 anni, 91 gol in carriera, 1,83; Quagliarella 30 anni, 116 gol in carriera, 1,80.
D’accordo, è fantacalcio. Il Napoli potrebbe farci un pensierino? Sulla linea mediana Maggio (Callejòn), Behrami (Gonalons), Hamsik, Mertens (Insigne). Difesa: c’è da prendere un forte centrale. Sembra sfumato il camerunese N’Koulou del Marsiglia. Con Cannavaro e Britos al centro, chi sulle fasce nella difesa a quattro, corrieri con le gambe da centomila leghe?
Si gioca con i nomi e i desideri. Candreva è un bel desiderio azzurro, ma resterà alla Lazio che ne ha appena riscattato la metà dall’Udinese (1,7 milioni). Benitez ha telefonato a tutti gli azzurri. Il telefono, la sua voce. Ma non abbiamo ancora una visione concreta del Napoli prossimo futuro.
Ci saranno al San Paolo le cheerleaders dopo la selezione fra 50 aspiranti ballerine pon-pon al Teatro Tam di via Martucci. Una gioia per gli occhi, giochi di gambe come non sarebbe capace Zuniga. E’ la novità assoluta e americana di De Laurentiis. Gesù, fate luce.

Mimmo Carratelli

ilnapolista © riproduzione riservata