Il Napoli ha interesse a mettere i tabelloni?

Che fine hanno fatto i tabelloni del San Paolo? Sul Napolista oggi è un tam tam continuo. Ce lo chiediamo tutti. La prima notizia sui tabelloni uscì in primavera. Un quotidiano napoletano scrisse: sono costati 300.000 mila euro e saranno installati in estate.  La bella stagione è passata e una nuova notizia apparve prima della partita con l’Elfsborg quando si disse che erano sbarcati in città i tecnici della Philips per studiare la miglior soluzione circa l’installazione dei due tabelloni luminosi. Il sopralluogo ha permesso di individuare la collocazione ideale: uno dovrebbe essere installato tra la curva B e la Nisida, l’altro tra i Distinti e la Curva. Ancora una notizia e la promessa che sarebbero arrivati per gennaio. L’ultima dichiarazione dopo Napoli-Juve con l’assessore Ponticelli che disse: “Stanno arrivando”. Ma dove, come, e soprattutto quando?
Il dubbio è che non arriveranno nell’immediato, almeno per un semplice motivo. Ammesso che tutte queste notizie siano vere e che i tabelloni costino 300.000 euro, una volta installati sarebbe praticamente impossibile smontarli di fronte ad una ristrutturazione del San Paolo. Ma se la legge Crimi che garantisce sgravi fiscali per la ristrutturazione degli stadi è ferma, De Laurentiis e il Comune hanno tutto questo interesse a montarli per poi essere superati da una legge che consentirebbe al Napoli di rifare il look dello stadio?  E intanto, per sapere quanto manca, continuiamo a guardare il telefonino.
Stefano Romano

ilnapolista © riproduzione riservata