Maggio, domani no provocazioni

Christian Maggio parla alla vigilia della sfida con lo Steaua Bucarest: “Per quanto mi riguarda, sono arrivato ad un momento importante. Ci giochiamo la qualificazione, vogliamo fare bene e continuare la nostra avventura. Sono sempre sereno e l’ho fatto anche nei momenti difficili, dobbiamo proseguire su questa strada. Abbiamo novantacinque minuti per sbloccare il risultato. Stiamo gestendo bene la settimana, per ora pensiamo solo allo Steaua e poi ci concentreremo sul Lecce. Sarà un’altra sfida dura, domenica hanno vinto e hanno voglia di mostrare il loro valore perché non meritano quella classifica. Andiamo avanti su questa strada. Sicuramente conteranno testa, gambe e cuore. Non molliamo mai fino al termine e l’abbiamo dimostrato. Ci sono le qualità per essere protagonisti. Ci piacerebbe arrivare fino in fondo alla competizione, ma dipenderà tutto da domani. Quindi lo Steaua è l’unico ostacolo cui pensiamo”. All’andata l’atmosfera non fu molto ospitale per i napoletani: “Ma la nostra è una grande città e domani i tifosi penseranno soltanto a sostenerci. E’ troppo importante, sarà una serata di festa. L’apice della mia carriera l’ho raggiunta con i Mondiali, è stata una grande esperienza, ma ho 28 anni e vorrei giocare sempre in Europa. Mi godo questo momento e spero che possa continuare”.

ilnapolista © riproduzione riservata