Stasera alla Fondazione Sudd per Diego

”Maradona? Ha il cervello in fumo. Non ha la testa per poter parlare”. ”Il presidente Fox farebbe meglio a evitare che i suoi concittadini muoiano come mosche al confine con gli Usa”. Si e’ sfiorato due volte l’incidente diplomatico tra Messico e Argentina negli anni scorsi. La prima dichiarazione e’ dell’ex presidente messicano Vicente Fox che nel 2005 commento’ cosi’ la protesta di Diego contro la presenza di Bush alla riunione annuale dei presidenti sudamericani. Maradona rispose due anni dopo, criticando Fox per non aver fatto abbastanza contro la costruzione del muro di separazione tra Usa e Messico.
Ora Fox non e’ più presidente, mentre Maradona sarà in campo stasera per guidare la sua Argentina contro la nazionale messicana. La sfida e’ tra grandi talenti. Ci sono i due ”vecchietti” Blanco (37 anni) e Veron (35). Ci sono le due giovani stelle Angel Di Maria e Carlos Vela che si erano gia’ sfidati tre anni fa al Mondiale under20, quando l’Argentina si impose ai quarti 1-0 sui messicani. C’e’ la sfida tra bomber Javier Hernandez-Gonzalo Higuain. E poi c’e’ Messi, che dovra’ vedersela con il compagno di squadra al Barcellona Rafa Marquez. Il Mondiale entra nel vivo, non c’e’ piu’ l’Italia e allora per dimenticare la delusione vogliamo solo goderci lo spettacolo.
Ottavi di finale Sudafrica 2010: Messico-Argentina, stasera, ore 19.30, alla Fondazione Sudd con i rappresentanti del Te Diegum. Durante la visione della partita confronto degustazione tra involtini di carne argentina e fagioli alla messicana con vino argentino.

www.fondazionesudd.it

ilnapolista © riproduzione riservata