ilNapolista

Bartomeu: “Non condivido le parole di De Laurentiis. Dobbiamo riportare le cose alla normalità”

“Le sensazioni sono positive. Il Napoli è una squadra forte, ma i giocatori sono ben allenati. Sarebbe stato molto strano non giocare al Camp Nou. La situazione in Catalogna sta migliorando e vivremo una vita normale”

Bartomeu: “Non condivido le parole di De Laurentiis. Dobbiamo riportare le cose alla normalità”

Il presidente del Barcellona, Josep Maria Bartomeu, ha parlato a Be Sports a pochi giorni dal match di Champions contro il Napoli.

Le sensazioni sono positive. I giocatori si allenano con grande entusiasmo. Con la pressione che hanno per ogni partita, ma quest’anno sarà speciale. Abbiamo grandi speranze per la Champions League, molte speranze. Siamo preparati per questo”.

Bartomeu ha ribadito che all’interno del club e della squadra è stata fatta della sana autocritica, che Setièn continuerà ad essere l’allenatore blaugrana anche la prossima stagione e che anche Messi resterà nel club.

“Non lo dico io, lo ha detto Leo. Vuole finire la sua carriera al Barça. Tra tre, quattro, molti anni, smetterà di giocare, ma fino ad allora giocherà nel Barça. Questo è stato il suo club, è venuto da bambino, ne sente i colori. È il miglior giocatore della storia, è al Barça ed è chiaro che questo è il suo club per sempre”.

Sull’affare Arthur-Pjanic.

“Il Barça ha ricevuto una buona offerta per Arthur; Arthur aveva una buona offerta dalla Juventus. Un’offerta che il Barça non poteva raggiungere. L’offerta per il giocatore e per il Barça è stata buona. Sono offerte che il Barça non può rifiutare. Ed è stato bello per noi prendere Pjanic, un giocatore che il Barça anni fa stava inseguendo. Che Pjanic arrivi è una notizia positiva“.

Non è però risolta la questione.

“No. È un problema interno, di club, che viene affrontato con discrezione. Ma ho già detto che il fatto che Arthur non sia tornato dalle vacanze non ci è piaciuto affatto e pensiamo che non sia buono per i suoi compagni di squadra perché la squadra ne aveva bisogno. Non è giustificabile ed è per questo che è stato aperto un dossier”.

Bartomeu ha escluso di fare uno sforzo per Neymar, viste le difficoltà del mercato post Covid ed ha lasciato aperta la porta per Lautaro.

“Stiamo aspettando la fine delle partite internazionali. Quando finirà la Champions League, parleremo con l’Inter”.

Il presidente ha rivolto un messaggio ai tifosi.

“Positivo, di gioia, fatica e speranza. Ma tutto si riduce all’eliminazione del Napoli, che è una squadra forte. Ma i giocatori sono ben allenati“.

Sulla sede della partita:

Sarebbe stato molto strano non giocare al Camp Nou. La situazione in Catalogna sta migliorando e viviamo una vita normale. I nostri giocatori, nella loro casa”.

Sulle dichiarazioni di De Laurentiis:

Non le condivido. È nostra responsabilità che le cose tornino normali. Un messaggio corretto è quello della UEFA: cercare di garantire la massima tranquillità. Speriamo di raggiungere la fase finale a Lisbona”.

 

 

ilnapolista © riproduzione riservata