Napoli, gioca l’Europa League in uno stadio del Nord Italia

Posta Napolista / A Napoli non c’è più entusiasmo, il San Paolo sarebbe semivuoto. I tifosi di Napoli sono sempre incazzati, come gli juventini. Altrove c’è passione

Napoli, gioca l’Europa League in uno stadio del Nord Italia

Altrove ci sarebbe passione

Il futuro non è qui. Il futuro è altrove. Questa stagione di Europa League, potrebbe essere una prova generale per pensare a giocare le coppe europee altrove. Proviamo con Reggio Emilia. L’Atalanta l’anno passato al “Giglio” fece un ottimo girone di Europa League. Oppure all’Olimpico di Torino. Il Napoli catalizzerebbe le attenzioni dell’enorme bacino azzurro del nord Italia. In questi stadi il Napoli potrebbe ritrovare finalmente quel tifo genuino, sincero e caloroso, che i napoletani non vogliono o che non sanno più dare. I tifosi del napoletani al nord, vista la lontananza, hanno conservato quella innocente passione che gli permette di guardare la propria squadra con gli occhi dell’innamorato e non del separato in casa, sull’orlo del divorzio.
Una Europa League a Reggio Emilia potrebbe avere l’effetto tonificante di un balsamo d’amore. E sarebbe la giusta punizione per dei tifosi che snobbano la propria innamorata, la quale giovane, bella ed ambiziosa anela attenzioni sincere ed adolescenziali, non costanti parole al fiele. E perché no ci potrebbe anche essere qualche vendita di gadget ufficiali in più, ma certamente farebbe il pieno di sorrisi, passione e gioia. E poi lo stadio non sarebbe semivuoto, come certamente apparirà contro lo Zurigo.
Tanti tifosi accusano Aurelio De Laurentiis di aver sperperato (almeno quella sì) la passione dei napoletani per il Napoli. Ma un personaggio terzo non può farti perdere l’amore per il Napoli. L’amore per il Napoli è fideistico. Non può essere, se c’è lui io non vado allo stadio. Io ho avuto per tre anni l’abbonamento con Sarri che non mi è mai piaciuto. L’amore dei tifosi del Napoli adesso è più di tipo juventino, mi verrebbe da dire. Perché come gli juventini i tifosi del Napoli sono sempre incazzati, amareggiati e delusi. Cambia solo la posizione di classifica, ma l’atteggiamento è lo stesso.
ilnapolista © riproduzione riservata