Anche iI Corriere della Sera: «Il Napoli è un cantiere, più grigio che azzurro»

Come la Gazzetta: «La Fiorentina non ha la forza di ribaltare il fronte, di provare a far male a questo Napoli ancora sperimentale che gioca nell’indifferenza della città»

Anche iI Corriere della Sera: «Il Napoli è un cantiere, più grigio che azzurro»

Sulla falsariga della Gazzetta

Il Corriere della Sera è un po’ meno critico della Gazzetta ma il filone è quello. Il Napoli ha vinto tre partite su quattro, con il calendario nettamente più difficile di tutte, ma sembra non bastare.

Scrive il quotidiano milanese: «Ancelotti sorride sornione. La crescita, rispetto alla figuraccia di Marassi, c’è. Intanto la sua fragile creatura non prende gol, controlla la partita dall’inizio alla fine, per la prima volta non sbaglia l’approccio. Il resto verrà. Deve venire. Perché così non basta».

E ancora: «Il Napoli è ancora un cantiere, nell’indifferenza della città. Ventimila tifosi allo stadio e le curve che si presentano contestando De Laurentiis».

A proposito della Fiorentina: «Non hanno la forza di ribaltare il fronte, di provare a far male a questo Napoli ancora sperimentale e più grigio che azzurro».

Meno male che il Corriere della Sera riconosce che «il Napoli ha vinto con merito». Ma subito ammonisce: «Deve fare di più. Innanzitutto velocizzare il gioco, aumentare l’intensità, sfruttare meglio le corsie laterali. Allan è il solito gigante, la regia di Hamsik è ancora timida anche se Marekiaro accende l’azione decisiva. Il 4-4-2 iniziale premia gli sforzi di Callejon, che si sacrifica sulla fascia. La squadra ha il difetto di allungarsi, però la Fiorentina è troppo timida e non ne approfitta».

ilnapolista © riproduzione riservata