Alciato (Sky) analizza lo scontento di Ancelotti col linguaggio del corpo, dopo due secondi il Napoli segna

Memorabile telecronaca a Sky, tra Marchegiani che dice che la Fiorentina ha giocato alla pari e accenni di de profundis. Poi, però, segna Insigne

Alciato (Sky) analizza lo scontento di Ancelotti col linguaggio del corpo, dopo due secondi il Napoli segna

Per Marchegiani la Fiorentina stava giocando alla pari

Ci vuole anche fortuna nella vita. E Alessandro Alciato ieri sera non ne ha avuta. Poi, per carità, tutto passa. E va bene così. Ma ieri sera, non ce ne vogliano gli amici di Sky Sport, a tratti abbiamo assistito a una telecronaca che sembrava di un’altra partita. Soprattutto per gli interventi. Da Marchegiani ad Alciato di cui ricordiamo la profezia del 22 maggio: «Ancelotti? Difficilmente andrà al Napoli. Credo che lui aspetti un progetto con programmazione, mercato, certezze tecniche».

Due minuti prima del gol, Marchegiani ha spiegato perché i tifosi della Fiorentina dovevano essere contenti, la Fiorentina – a dire di Marchegiani ovviamente – stava giocando alla pari e lo stava facendo mostrando il suo calcio. Ricordiamo che la Fiorentina ha tirato una volta una in porta in tutta la partita e lo ha fatto da 35 metri. Ma passiamo avanti.

Analisi minuziosa

La linea passa ad Alessandro Alciato che si inoltra in una minuziosa analisi del linguaggio del corpo di Ancelotti. «Dicevate che non può essere contento e lo confermano certe sue espressioni. Si è messo poco fa le mani sul volto, come dire: “no, così non va, non voglio vedere un Napoli del genere”. Aggiunge che spesso si gira verso suo figlio Davide e dice: «Non va, non va, ai suoi giocatori chiede di esser più svelti».

Alciato non finisce ancora la frase che Koulibaly recupera l’ennesima palla, la offre ad Hamsik che in verticale la allunga per Milik. Alciato sta ancora parlando. A questo punto, opportunamente Compagnoni riprende la linea. Giusto il tempo di vedere Milik servire Insigne che segna. Non restituisce la linea ad Alciato per l’analisi successiva del linguaggio del corpo di Ancelotti. Anzi, Marchegiani spiega che è proprio quello che desiderava Ancelotti.

ilnapolista © riproduzione riservata