Mundo Deportivo: il Real Madrid pensa a Conte (che libererebbe il Chelsea)

Sarebbe uno dei pochi disponibili per la panchina di Florentino Perez. In caso di passaggio, Abramovich avrebbe le mani libere per il successore

Mundo Deportivo: il Real Madrid pensa a Conte (che libererebbe il Chelsea)

Il valzer delle panchine

Il valzer delle panchine è senza dubbio il tema più interessante di questo calciomercato. Sembrava tutto fermo, o quasi, poi però le improvvise dimissioni di Zidane hanno riaperto i giochi. I blancos cercano un allenatore, così come lo sta cercando il Chelsea. Che ha il problema di dover versare un’esosa buonuscita (20 milioni) ad Antonio Conte. Abramovich è in tutt’altri affari indaffarato – la Gran Bretagna non gli ha rinnovato il visto, lui ha interrotto il progetto per il nuovo Stamford Bridge – e lo situazione è in stallo da settimane.

Non è la prima scelta di Perez

Adesso, però, qualcosa sembra muoversi. Rumors arrivano dall’Inghilterra e vengono ripresi dal Mundo Deportivo. Il Real Madrid starebbe seriamente pensando ad Antonio Conte per il dopo Zidane. Anche se l’italiano non è proprio l’ideale per Florentino Perez la cui prima scelta resta Pochettino che però è fresco di rinnovo di contratto col Tottenham. Levy, il presidente degli Spurs, non ci pensa a liberare il tecnico argentino. Florentino Perez, sempre secondo il Mundo Deportivo, avrebbe anche incassato i no o comunque “non è possibile” di Nagelsmann, Klopp, Loew, Allegri. E allora il Real potrebbe dirottare le proprie attenzioni su Antonio Conte. A meno di non voler puntare su una vecchia gloria madridista come ad esempio Michel.

Il titolo del quotidiano fotografa perfettamente la situazione: “Conte, candidato por descarte”. Se Conte dovesse andare al Real, il Chelsea non avrebbe più il problema di pagargli la buonuscita e avrebbe le mani libere per scegliere il successore. E magari anche per trattare col Napoli per Maurizio Sarri.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. tutto può essere ma non credo proprio. al real vincere solo non basta. hanno da sempre anche una visione estetica del gioco.

Comments are closed.