De Magistris: «Mi aspetto le scuse di De Laurentiis, ci ha diffamato»

La replica del sindaco De Magistris all’attacco di De Laurentiis: «I concerti non c’entrano, ce n’è solo uno e mio fratello non c’entra niente».

De Magistris: «Mi aspetto le scuse di De Laurentiis, ci ha diffamato»

La replica del sindaco

Dopo l’assessore allo Sport Ciro Borriello, anche il sindaco Luigi De Magistris risponde all’attacco di De Laurentiis sulla gestione del San Paolo e sui prossimi lavori di ristrutturazione. Queste le parole del sindaco di Napoli: «Spiace sentir parlare De Laurentiis in un certo modo. Il presidente, ogni volta che non sa cosa dire, finisce per esercitare l’insulto verbale nei confronti nostri. Riteniamo che, in questo momento, la città abbia bisogno di tutto meno che del rancore, della volontà di dividere e di non contribuire a portare a casa risultati storici».

«Proprio mentre De Laurentiis esterna questi suoi pensieri in libertà, stiamo terminando una vera e propria impresa. Ottenere un finanziamento per il San Paolo è una prima volta assoluta, e ci consentirà di far tornare lo stadio allo splendore che merita. L’impianto sarà completamente ristrutturato, con soldi e tempi certi, senza che questo crei difficoltà alla squadra o ai tifosi. Se qualcuno ha altri binari, noi non ne abbiamo. E non possiamo rischiare di perdere questo finanziamento».

«De Laurentiis – continua il sindaco De Magistris – afferma anche diverse cose dal contenuto diffamatorio. In questo momento non ne parlo, è materia giudiziaria, i concerti non c’entrano, è un unico concerto del 7 giugno per Pino Daniele che non incide sui lavori al San Paolo. E mio fratello non c’entra nulla. Continueremo nella nostra azione perché amiamo la città e non possiamo vedere il San Paolo in queste condizioni. Non dico che ci saremmo aspettati l’applauso da parte del presidente del Napoli, ma mi aspetto di leggere domani le sue scuse. Si sarà trattato solo di un colpo di sole».

ilnapolista © riproduzione riservata