Il papponismo dell’assessore Borriello: «Se De Laurentiis avesse fatto la squadra…»

L’intervista di Borriello a RMC Sport: «De Laurentiis attacca l’amministrazione mentre il Napoli è in difficoltà. Le sue parole sono sconcertanti».

Il papponismo dell’assessore Borriello: «Se De Laurentiis avesse fatto la squadra…»

Le parole di De Laurentiis

Pronta risposta dell’amministrazione napoletana (attraverso l’assessore allo Sport Ciro Borriello) alle parole di Aurelio De Laurentiis in conferenza stampa. Il presidente del Napoli ha attaccato il Comune sulla situazione del San Paolo: «Napoli è una città difficilissima, con amministrazioni comunali discutibili. Ho sentito Auricchio dire che i lavori al San Paolo si terranno durante il periodo della Champions. Ho pensato “Io ti ammazzo!”, perché in questo modo penalizzi i tifosi del Napoli che vogliono andare allo stadio per vedere delle partite importanti e trovano alcuni settori chiusi. Non può diventare una partita di tiro alla fune, per poi vedere chi è più forte».

«Bisogna che ci mettiamo d’accordo sul San Paolo – prosegue De Laurentiis -, perché quando un sindaco vuole organizzare i concerti e rimandare i lavori allo stadio non pensa al Napoli. Però è pronto a farlo quando si tratta di essere populista e mettersi la maglia del tifoso del Napoli. I lavori dovrebbero cominciare il 21 maggio, subito dopo la fine del campionato. Se facessi io i lavori, riuscirei a finirli. Il problema è che se i lavori li fanno i comunali, i tempi si allungano. Perché sono notoriamente delle grandi pippe».

La risposta di Borriello

L’assessore Ciro Borriello, intervistato da RMC Sport, ha pensato di rispondere a queste affermazioni accusando De Laurentiis di «non fare la squadra», e ricordando altri momenti del passato in cui il Napoli ha giocato al San Paolo durante interventi di ristrutturazione. Insomma, una risposta di stampo papponista, che non entra nel merito delle parole del presidente del Napoli ma fa leva solo sui risultati della squadra.

Questa la trascrizione dell’intervista di Borriello: «Trovo le parole di De Laurentiis un po’ sconcertanti, visto che aveva definito lo stadio non all’altezza. Invece adesso arrivano critiche per questa operazione che stiamo facendo, per questo sforzo importante che l’amministrazione sta compiendo. Ci sono stati tanti esempi di lavori negli stadi in concomitanza di eventi sportivi programmati. Da tifoso del Napoli, ricordo che nei due anni precedenti al Mondiale di Italia 90 il Napoli raggiunse grandi risultati, il suo apice storico. Potrebbe portare anche fortuna se De Laurentiis facesse la squadra…».

E ancora: «Sparare sull’amministrazione durante un periodo di difficoltà della squadra non è il massimo. Finalmente abbiamo trovato le risorse pubbliche per rimodernare uno stadio, e c’è chi ci critica. La licenza Uefa a rischio? No, se si chiude un settore, se ne aprirà un altro. Può esserci qualche problemino per i tifosi, ma il tutto per rendere lo stadio migliore per il futuro. Stiamo lavorando per avere dei bagni adeguati, dei settori riconoscibili con file, numeri e posti in evidenza. La stagione del Napoli resta eccezionale, un miracolo per la squadra che abbiamo.  Merito di un grande maestro come Sarri, intelligente e mai banale. Da tifoso dico che la squadra a gennaio doveva essere rafforzata con due elementi, alla lunga la fortuna aiuta sempre i più forti».

ilnapolista © riproduzione riservata