Mura: «Napoli, persa una partita e non lo scudetto. I tifosi hanno capito»

Gianni Mura commenta Lazio-Juventus e Napoli-Roma su Repubblica: «Juve affamata, Napoli iellato ma con poca attenzione difensiva».

Mura: «Napoli, persa una partita e non lo scudetto. I tifosi hanno capito»

Il commento su Repubblica

Gianni Mura, editorialista di Repubblica, commenta Lazio-Juventus e Napoli-Roma partendo dall’istantanea del gol di Dybala: «Tutto in quell’attimo, o quasi. Tanti motivi per sorridere, la partita dimostra che la Juventus non è mai morta ma nemmeno mai sazia. A Londra ci vorrà qualcosa in più».

E poi il Napoli, certo. Secondo la lettura di Mura, il gol di Dybala «ha fatto male anche al San Paolo». Solo che poi «la squadra di Sarri segna e si sfalda, lotta e si sfalda, Alisson para anche le mosche, almeno quattro volte respinge i tiri di Insigne, nettamente il migliore. E intanto segna Dzeko, di testa. Il portiere e gli attaccanti sopra ogni altro».

Il vero commento: «Si deve tener conto della grande partita della Roma per spiegare questa clamorosa sconfitta. Napoli iellato, sì; un palo di Callejon, una respinta di Florenzi dalla linea bianca, altri mischioni senza risultato. Tutto quello che poteva andargli storto, gli è andato storto. Più attenzione in
difesa, però, ci vuole. Il Napoli non deve perdere la testa, in senso figurato. I giocatori escono con l’applauso dei tifosi. Tutti hanno capito che si è persa una partita, non ancora lo scudetto. Solo che adesso sarà più difficile, non si può sbagliare nulla. Scontro diretto incluso».

ilnapolista © riproduzione riservata