Mattheus: «Maradona mi voleva al Napoli, inviò dei dirigenti a Monaco»

Lothar Mattheus intervistato dalla Gazzetta dello Sport: «La lotta scudetto tra Juventus e Napoli? La squadra di Sarri è bellissima, ma non ha l’abitudine a vincere dei bianconeri».

Mattheus: «Maradona mi voleva al Napoli, inviò dei dirigenti a Monaco»

L’intervista alla Gazzetta

Vigilia di Inter-Napoli, la partita di Lothar Mattheus. Inoltre, sono anche in corso i festeggiamenti per i 110 anni del club nerazzurro, quindi è facile riunire voci e ricordi e suggestioni. L’intervista all’ex calciatore tedesco, campione d’Italia con l’Inter nel 1989 e poi trionfatore a Italia 90 con la Germania, tocca un po’ tutti i temi. A cominciare da un retroscena di mercato che lo lega a Maradona, quindi al Napoli: «Negli anni in cui la Serie A era la meta più ambita da tutti i migliori calciatori del mondo, Maradona ha mandato a Monaco qualche dirigente del Napoli per convincermi a giocare con lui. Invece c’è riuscito Trapattoni. Mi vedeva come leader ideale».

Il ricordo di Inter-Napoli del 1989, un suo gol su punizione valse lo scudetto dei record nerazzurri: «Non dimenticherò mai quella giornata. Allo stadio c’era un’atmosfera incredibile, soprattutto nel secondo tempo. Gol di Careca, Berti pareggia e poi… Abbiamo vinto lo scudetto non contro Ascoli o Perugia, con tutto il rispetto, ma contro il Napoli di Maradona che tra l’altro non era amatissimo soprattutto nel nord Italia. Segnasi su punizione centrale. Brehme aveva fatto un po’ di casino e qualcuno del Napoli non aveva rispettato la distanza. Per fortuna l’arbitro ha fatto ripetere e ho detto a Andy di non scherzare e di farsi da parte. Ho visto che tra il secondo e il terzo uomo in barriera c’era un buco e ho rischiato, mirando proprio sul muro. Impossibile dimenticare»

Oggi

Un giudizio sulla lotta scudetto: «La Juve ha l’abitudine alla vittoria che manca al Napoli. Si è visto pure col Tottenham. Invece la squadra di Sarri, pur bellissima da vedere, fatica a stare sul pezzo quando è vietato sbagliare».

Mattheus sull’Italia fuori dal Mondiale: «Una cosa davvero triste. Credo che non abbiate saputo fare un cambio quando era il momento. Lo stesso errore commesso da Inter e Milan dopo i rispettivi trionfi. Bisogna avere il coraggio di voltare pagina e guardare al futuro. Buffon per esempio è un mito, ma non ha senso che giochi ancora lui nelle prossime amichevoli contro Inghilterra e Argentina. Spazio ai giovani, che si facciano le ossa».

ilnapolista © riproduzione riservata