Napoli-Fiorentina 0-0, gli azzurri non si sbloccano e non ritrovano il primato

Partita dura al San Paolo, Napoli che prova soluzioni diverse ma sbatte su una buona Fiorentina e sulla propria mancanza di brillantezza.

Napoli-Fiorentina 0-0, gli azzurri non si sbloccano e non ritrovano il primato
Foto Ssc Napoli

Napoli-Fiorentina 0-0, continua il periodo senza vittorie. Grandi occasioni fallite da Zielinski, ma il gioco è ancora lontano da quello delle giornate migliori.

Il primo tempo

Partita strana, Napoli diverso, che prova a sviluppare il gioco a destra. Una squadra sbilanciata in maniera alternativa rispetto al solito, è evidente che Sarri abbia studiato in allenamento questa soluzione. La Fiorentina risponde con personalità, esce palla al piede dalla difesa, non rifiuta di giocare, prova sempre a ripartire. E spesso ci riesce, anzi le vere occasioni sono costruite tutte dai viola. Benassi con un diagonale a terra, poi Simeone da posizione molto defilata a destra. E infine ancora il Cholito, servito perfettamente da Biraghi. Il suo colpo di testa è però centrale, Reina sempre attento e sempre presente. Dall’altra parte del campo, splendida azione di Mertens e servizio su Jorginho a rimorchio. Tiro fuori, ma non sfugga che l’azione del belga nasce sulla fascia destra.

La ripresa

La partita sembra ricominciare sugli stessi binari, poi all’improvviso il Napoli si accende. Palla di Allan perfetta per Zielinski, tiro di sinistro che sembra facile ma non lo è. Soprattutto se il centrocampista polacco vive una partita negativa come quella di oggi. Nell’occasione successiva, è ancora lui a creare e non sfruttare i presupposti per il vantaggio. Bell’apertura di Hamsik, il polacco tira sul primo palo, che colpisce dopo che Sportiello ha deviato il suo tiro. C’è anche un’altra occasione, capita ad Hamsik. Ovviamente dalla destra, Hamsik va col destro a botta sicura appena da fuori area. Mira al sette, il capitano. Palla fuori.

I cambi di Sarri: Ounas, Rog e Diawara. Non c’è urto, non c’è vero impatto sulla partita. Il finale è essenzialmente piatto, la cosa più emozionante è il fallo di Rog su Sportiello. La squadra di Sarri non è brillante, i suoi uomini migliori mancano della qualità per sviluppare una manovra ariosa, rapida, realmente pericolosa.

ilnapolista © riproduzione riservata