Dzemaili il migliore nel ruolo di mezzala

Le pagelle di Lecce-Napoli 0-2

DE SANCTIS 6 – Una uscita imperfetta in avvio, poi un paio di interventi non difficili. Una gara del tutto tranquilla.

CAMPAGNARO 6,5 – Riprende brillantezza. All’inizio fronteggia le discese di Jansen. Poi blocca inesorabilmente Mascara.

CANNAVARO 6,5 – Non dà scampo a Caracciolo nel gioco alto e infiocchetta la buona prestazione col gol del raddoppio (seconda rete in campionato).

ARONICA 6 – Se la cava senza particolari affanni, blocca le iniziative di Porcari, si dirotta qualche volta su Caracciolo e ha la meglio.

MAGGIO 6,5 – Rientro positivo, senza strafare. Ma quando va sull’out destro, la difesa novarese trema. Offre una palla-gol a Cavani che non la sfrutta in scivolata. Va in gol con un perentorio colpo di testa, ma Gemiti salva sulla linea.

INLER 6 – Buona partita sempre nel vivo del gioco. Conclude una volta sopra la traversa, altre volte cerca il tiro ma si fa chiudere. Se la cava sempre contro il centrocampista del Novara che gravita nella sua zona. Esce al 76’.

VARGAS s.v. – Entra ancora per uno spezzone di partita (venti minuti) al posto di Inler. Non può ancora dimostrare le sue doti. Si batte bene in un paio di occasioni.

GARGANO 6,5 – Qualche errore all’inizio, recupera un paio di volte su Mascara, sale di tono col trascorrere dei minuti. Strappa a Mascara la palla che porta al raddoppio azzurro. Spesso in attacco contro un Novara raccolto nella sua metà campo.

ZUNIGA 6 – Effervescente dall’inizio, mette in crisi Morganella. Si fa valere anche in fase difensiva. Esce all’89’.

DOSSENA s.v. – Sostituisce Zuniga, ma giocando solo cinque minuti non può farsi notare.

HAMSIK 6 – Bene in tandem con Dzemaili alle spalle di Cavani. Sempre molto presente. Conclude due volte e, sul secondo tentativo, è bravo Fontana a impedirgli il gol. Esce al 92’.

AMENDOLA s.v. – In panchina da qualche partita, il ragazzo della Primavera debutta in serie A sostituendo Hamsik negli ultimi tre minuti. Troppo poco per mostrare le sue doti.

DZEMAILI 7 – Corre e spesso travolge la difesa avversaria, qualche volta però insiste troppo nell’azione individuale e viene fermato al limite dell’area novarese. E’ suo l‘assist del primo gol. Al 60’ Fontana di piede gli nega la segnatura. Fantastiche però le sue accelerazioni.

CAVANI 7 – Torna al gol (e sono 20 in campionato) dopo un digiuno di quattro partite. Segna a porta vuota sull’assist di Dzemaili. Impegna Fontana e, sulla respinta del portiere, segna Cannavaro. Molto movimento, più vivo che nelle ultime gare. Già all’inizio, in scivolata, manca di un soffio la rete.

MAZZARRI 6,5 – Ha avuto ragione lui schierando una squadra con una sola punta (Cavani) e un centrocampo nutrito (preferendo Dzemaili a Vargas in assenza di Lavezzi). Proprio Dzemaili, da mezz’ala sinistra, è stato il migliore. Ha potuto contare sugli esterni di ruolo (Maggio e Zuniga) e il Napoli ha riacquistato ha certa vivacità offensiva. Dà l’opportunità al giovane Amendola di debuttare in serie A.

ilnapolista © riproduzione riservata