Festa di colori per bambini Stasera li facciamo viola

Auguri, piccola Viola. Te li faccio stamattina perché nell’occasione della partita con la Steaua mi comportai male con mio nipote. In omaggio alla corazzata Potemkin del ragioniere Fantozzi, una pattuglia di papà senza radio e tv non si godette l’incredibile rimonta del Napoli né la festa del piccolo Andrea. Per la tua festa di stasera, cara Violetta, devo prepararmi psicologicamente: “Non fa male, non fa male, Di Vaio non fa male e il Bologna nemmeno, Rocky Balboa aiutami tu”. Ci sarà una tv collegata col San Paolo? Non lo so e non lo voglio sapere. Gli amici fidati mi invieranno qualche sms di aggiornamento. Ne coinvolgerò almeno tre, per evitare scherzi infami. Controllo incrociato dei messaggini. Spero che gli animatori siano vestiti d’azzurro, che la torta e le candeline siano azzurre anche se sei una femminuccia. Che sia un compleanno tutt’azzurro. Però ai rossoblu facciamoli viola, Violé! Buon compleanno, te lo dico prima e spero di ribadirtelo stasera in una nuvola azzurra. E se finisce un’altra volta 3 a 3 con rimonta del Napoli, giuro che mio figlio alle feste dei bambini non ce lo porto più. Almeno quando c’è la partita. Forza Viola e forza Napoli.

Giuseppe Pedersoli

ilnapolista © riproduzione riservata