Nicchi: «Cori razzisti, sospenderemo le gare già nel prossimo turno»

Marcello Nicchi parla a CalcioNapoli24: «Auspichiamo non si debbano sospendere le partite, ma in caso contrario nessuno dovrebbe sorprendersi».

Nicchi: «Cori razzisti, sospenderemo le gare già nel prossimo turno»

L’intervista a Calcionapoli24

Marcello Nicchi conferma l’intenzione di sospendere le partite in caso di cori razzisti e insulti agli avversari. È stato il tema della settimana, e non è eccessivo parlare di successo politico di Carlo Ancelotti (Il Napolista ne ha scritto qui, proprio ieri sera). Il presidente dell’Assoarbitri ha ribadito il nuovo corso in un intervento al canale tv di CalcioNapoli24. Queste le sue dichiarazioni più significative: «Sono ormai dieci anni che mi occupo del problema, spero di essere finalmente riuscito a sensibilizzare tutto il mondo sportivo su fenomeni come violenza e razzismo. Il calcio deve essere un divertimento. Faremo di tutto per debellare questo cancro dallo sport più amato».

«Saranno  – prosegue Nicchi – inasprite le pene come ha detto il Presidente Federale e se non dovesse bastare quelle squadre violente e calciatori violenti rischiano in proprio con squalifiche ed addirittura le radiazioni. Bisogna avviare una trasformazione culturale, è fondamentale diffondere le regole giuste, lo sport deve essere un momento di gioia. Auspichiamo che gli arbitri non debbano sospendere le gare per cori la razzisti durante la prossima giornata di campionato. Se però dovessero verificarsi le condizioni nessuno dovrà sorprendersi, ci sono delle regole chiare e vanno applicate e rispettate».

ilnapolista © riproduzione riservata