Bozza d’accordo per la gestione del San Paolo, il Comune non chiude a una convenzione lunghissima

Secondo Il Mattino c’è ancora distanza tra le parti, De Laurentiis parla di una gestione per 100 anni ma il Comune è un po’ più cauto.

Bozza d’accordo per la gestione del San Paolo, il Comune non chiude a una convenzione lunghissima

L’articolo de Il Mattino

C’è la volontà condivisa di chiudere un accordo sulla gestione del San Paolo. Il Napoli e Palazzo San Giacomo vogliono entrambi arrivare alla fine di una lunga querelle. Il Consiglio Comunale si è espresso all’unanimità su questa vicenda, poi è arrivata una mail pec del presidente del Napoli che ha chiesto la concessione dello stadio di Fuorigrotta. Nonostante questi passi in avanti, c’è ancora distanza tra le parti. Lo spiega Il Mattino in edicola oggi: «De Laurentiis vuole una gestione lunga dell’impianto, ha parlato di una convenzione di 100 anni. Le bozze che circolavano ieri in Consiglio comunale riflettevano invece grande prudenza, l’Amministrazione si limita a ipotizzare una convenzione di 5 anni a partire dalla prossima stagione agonistica».

Insomma, la volontà inizialmente condivisa non arriva alle stesse conclusioni. Almeno per il momento. «L’unica cosa certa – spiega Il Mattino – è che lo stadio oggetto è ancora oggetto di massicci lavori in vista delle Universiadi di luglio 2019, quindi tutto quello che si può fare in queste settimane è chiudere l’annoso contenzioso che va dal 2015 a oggi. Vale a dire che si deve trovate un doppio accordo sul filo dei milioni di euro». Ci sono state spese da una parte e dall’altra, come la manutenzione del terreno di gioco e l’installazione dei tornelli, per cui De Laurentiis aspetta di essere rimborsato. «Il Comune, da parte sua, – si legge – sarebbe pronto a decurtare queste somme dai canoni che la Società dovrebbe versare ancora nelle casse di Palazzo San Giacomo».

Il futuro

Una volta chiusa questa vicenda, si potrà pensare alla convenzione. Borriello, ieri, ha parlato di una schiarita nel rapporto con De Laurentiis, da parte della giunta De Magistris ci sarebbe la volontà di «affidare alla Ssc Napoli una gestione pluriennale del San Paolo».

Un’idea sulla quale e per la quale ci sarebbe già una sorta di bozza contrattuale. Secondo una prima scrittura, non ci sarebbe chiusura assoluta su una convenzione lunghissima. Ci sono dei paletti scritti, come ad esempio quello per cui «la Società deve farsi carico delle spese del personale della polizia locale quando ci sono le partite». Una convenzione di questo tipo permetterebbe a De Laurentiis di investire in maniera importante sul San Paolo. Anche se Il Mattino spiega come il presidente non abbia mai abbandonato l’idea di eliminare la pista d’atletica e avvicinare gli spalti al terreno di gioco. 

ilnapolista © riproduzione riservata