Odissea Meret: gli fa male il braccio, fuori almeno fino a fine ottobre

Repubblica scrive di un consulto da uno specialista in Spagna. Per ora non può allenarsi, non ha recuperato la sensibilità del pollice

Odissea Meret: gli fa male il braccio, fuori almeno fino a fine ottobre

L’infortunio l’11 luglio

Prosegue il calvario sportivo di Meret il portiere che il Napoli ha acquistato per 22 milioni e che in teoria avrebbe dovuto interpretare il dopo Reina. Ma, almeno fin qui, le cose sono andate diversamente. Meret si è infortunato a Dimaro in uno scontro col Primavera Mezzoni, si è rotto il braccio (l’ulna) e la guarigione tarda ad arrivare. Sono trascorsi settanta giorni dall’infortunio.
Oggi l’edizione napoletana di Repubblica ci informa che il portiere “continua a sentire dolore al braccio e non ha ancora recuperato del tutto la sensibilità del pollice della mano sinistra, a causa dei fisiologici postumi della operazione (con l’inserimento di una placca di sostegno all’arto) subita”.
La scorsa settimana è stato in Spagna per un consulto da uno specialista che lo ha tranquillizzato: non ci sono ulteriori complicazioni. Sta di fatto che Meret non può allenarsi seriamente. Prima della fine di ottobre sarà molto difficile vederlo in campo. Repubblica ipotizza anche l’inizio di novembre. Si proseguirà con Ospina e Karnezis.
ilnapolista © riproduzione riservata