Corsport: tra sette mesi Insigne diventerà un calciatore di Raiola

«Lorenzo Insigne (e suo fratello Roberto) hanno deciso di affidarsi a Raiola, ma non c’è nessuna paura per eventuali mal di pancia sul mercato».

Corsport: tra sette mesi Insigne diventerà un calciatore di Raiola

Un cambiamento che era nell’aria

Da tempo, ormai, si parla dell’avvicinamento tra Mino Raiola e Lorenzo Insigne. Anzi, tra il procuratore italo-olandese e l’intera famiglia di calciatori, con il fratellino Roberto (oggi in prestito al Benevento) che sarebbe parte di un nuovo accordo di collaborazione. Il Corriere dello Sport oggi in edicola dà tempi e numeri per sancire questa nuova partnership, che ovviamente prevede anche la cessazione del rapporto di lavoro con il vecchio team di procuratori.

Leggiamo il quotidiano romano: «Insigne è diventato il simbolo del Napoli, ma ne è anche il leader tecnico. L’ultimo riconoscimento è arrivato con la firma del rinnovo, nell’aprile del 2017, l’ultima (ma anche clamorosa) operazione (da un milione e sette a cinque milioni) sostenuta da Antonio Ottaiano, Franco Della Monica e Fabio Andreotti – la Doa management – che formalmente resta l’agenzia che ne detiene la procura».

L’utilizzo dell’avverbio “formalmente” dà la notizia, perché Insigne è destinato a cambiare, a lasciare il suo team. Che, secondo il quotidiano romano, «tra sette mesi sarà scavalcato da Mino Raiola. Lorenzo e Roberto Insigne hanno deciso di affidarsi a lui per il futuro». Allo stesso tempo, il Corsport spegne però anche le – ovvie – paure preventive per il calciomercato: «Chissà quanto vale ora Insigne. De Laurentiis per lui ha stabilito una frontiera vicina all’impossibile. Per prenderlo servono 200 milioni, Lorenzo ha un contratto fino al 2022 e non smania dal desiderio di andare via. Nonostante Mino Raiola…».

ilnapolista © riproduzione riservata