Rassegna stampa / Napoli sotto processo, il 3-1 di Real-Juventus in poche righe

C’è amichevole e amichevole. Una breve guida per comprendere come funziona la comunicazione e quanto conta il peso politico nei media.

Rassegna stampa / Napoli sotto processo, il 3-1 di Real-Juventus in poche righe
Photo Matteo Ciambelli

I due pesi e le due misure della Gazzetta

Ai lettori del Napolista offriamo una rassegna stampa che è una lezione di comunicazione e di peso politico nei media.

Il primo sobbalzo lo abbiamo avuto leggendo la Gazzetta dello Sport. Due aperture di pagina dedicate a Cristiano Ronaldo, o meglio al suo shopping in via della Spiga a Milano (dopo il primo gol nella partitella) e a un’imperdibile intervista a tutta pagina al fratello Hugo (dev’essere un destino per gli Hugo). In taglio basso il risultato e il breve commento dell’amichevole che la Juventus ha perso l’altra notte 3-1 contro il Real Madrid.

Titolo. “Juve ko col Real, Allegri si consola: «Che piacere allenare Cristiano”.
Occhiello: “I bianconeri prendono 3 gol, difesa poco attenta ma Cancelo esterno alto funziona”.

Ovviamente si parla di un’amichevole, quindi possiamo anche essere d’accordo con la scelta: “Più in difficoltà difesa e centrocampo, ma è normale in preparazione e non solo per una questione atletica: in questa fase i meccanismi non sono ancora rodati e le distanze tra i reparti non vengono tenute con la necessaria attenzione”.

Col Napoli cambia il metro di giudizio

Poche pagine dopo, però, un’altra sconfitta in amichevole – quella del Napoli contro il Liverpool – sembra avere per la stessa Gazzetta conseguenze diverse: “Napoli si interroga, troppi problemi frenano Ancelotti. Il crollo con il Liverpool ha creato dubbi sulla bontà dell’organico anche se il tecnico ha fiducia”. E ancora: “Non solo la condizione non ancora ottimale. Tante difficoltà pure per Hamsik e Fabian Ruiz”. La foto, va da sé, è l’eloquente uscita a vuoto di Karnezis che ha provocato il secondo gol dei Reds (sabato in realtà in viola). Nulla è lasciato al caso

Repubblica adotta lo stesso metro dell’altro giorno: una breve per i risultati di Napoli e Juventus. In più, però – e non è poco – c’è il sarcasmo di Crosetti che si diverte con le sconfitte del Napoli e del Chelsea di Sarri. E ovviamente dimentica il 3-1 della squadra di Allegri.

Crosetti

La Stampa elogia la sconfitta

La nostra rassegna prosegue. Ecco La Stampa, taglio basso: “Il Real rimanda i bianconeri. Allegri sorride e trova Ronaldo”. Fateci caso, non c’è mai un titolo esclusivamente negativo. Come abbiamo visto prima con la Gazzetta. Un concetto negativo – ineludibile visto che la Juventus ha perso – e uno positivo a piacere. L’attacco del pezzo è da riportare. “Perdere non piace mai a nessuno, ma a volte può fare del gran bene”. È scritto proprio così. “Per questo Massimiliano Allegri non smarrisce il sorriso e non si strappa i capelli dopo la sconfitta per 3-1 contro il Real (…) forse questo era il modo migliore per tornare sulla terra dopo i deliri da Ronaldo-mania”.

Infine il Corriere della Sera che dà più rilievo al primo gol di Cristiano Ronaldo in partitella che alla sconfitta contro il Madrid. Il principio è sempre lo stesso: un concetto negativo e uno positivo, possibilmente prima quello positivo.
Ecco il titolo: “Ronaldo subito in gol nel match con l’Under
Juventus ko 3-1 contro il Real Madrid”.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Ma veramente siete andati a prendere pagina 14 o giù di lì di vari inutili giornali per tirare fuori sta storia? Abito a Torino (Torino capito) e nessuno sa minimamente che il Napoli ha giocato e perso con il Liverpool, se non quale nullafacente che veramente passa la vita a interessarsi del nulla cosmico della partite estive.

  2. Siate seri. La Juve giocava senza Dybala, Costa, Cuadrado, Mandzukic, Matuidi, Ronaldo… insomma tutti gli attaccanti. Il Napoli era la squadra titolare. Certo siete solo all’inizio ma attenti che avete un avvio duro quest’anno. Alla settima, se perdete all’Allianz, potreste gia’ trovarvi a -10 dalla vetta.

  3. Certo, negli ultimi tempi la Juve ne ha prese batoste dal Real Madrid, batoste importanti che al contrario della Stampa asservita, non hanno fatto certamente bene perchè erano in palio Coppe importanti oltre le conferme di paliate amichevoli. Comunque anche se la Rube va in serie “D”, questa stampa serva mai l’attaccherebbe come frustrati verso altre squadre, non c’è da meravigliarsi Napolista! Ora che la Juve ha preso Ronaldo, sarà un pallatio di tutti i giorni, fino alla fine dell’anno solare, sai che divertiimenti…..

  4. onofrio marino 6 agosto 2018, 18:58

    E’ sempre la solita storia, se il Napoli vince gli altri sono scarsi, se poi perde, apriti cielo perchè siamo da retrocessione. Il bello è che sono i cronisti napoletani quelli che ci mettono il carico da 11 come se non aspettassero altro per dire “io lo sapevo e l’avevo anche detto”. Splendido esempio dello “spalla a spalla” di Benitez

  5. Basta guardare le due partite in modo obiettivo per capire che il 3-1 con il Real e’ stato abbastanza casuale, mentre il 5-0 con il Liverpool e’ stato abbastanza umiliante.
    Cio’ detto, nessun dramma: Ancelotti sta provando a fare cose diverse e ci puo’ stare una sconfitta sonora. Fra l’altro in Inghilterra la stagione e’ gia’ cominciata (con la prima sconfitta del profeta del calcio).

  6. Jean Paul Sartre 6 agosto 2018, 16:11

    Una sconfitta 3-1 contro il Real, con 3 titolari della Juve in campo, dovrebbe fare più rumore di un 5-0 giocato dal Napoli coi titolari? 🙂 🙂 😉

  7. Oscar Rafone 6 agosto 2018, 15:17

    Magari io sto diventando un tifoso del Napoli un po’ paranoico. Perché proprio non riesco a trovare paragoni nella gravità della sconfitta del Napoli contro il Liverpool, rispetto a quella della Juventus contro il Real. Intanto perchè alla Juventus mancava Cristiano Ronaldo, non proprio l’ultimo arrivato e forse qualcosa in più si potrà pretendere dai bianconeri quando avranno il giocatore di maggior prestigio. Poi perché una sconfitta per 3-1, maturata tra l’altro nel secondo tempo è assai diversa da una sconfitta per 5-0, in cui dopo 10 minuti eravamo sotto per 2-0. Davvero pensate che stavamo a piangere in questo modo se il Napoli avesse perso 3-1 sabato scorso?! Magari dopo essere stati perfino in vantaggio?! Su dai! Nessuno vuol aggravare la situazione, ma negare che il Napoli in questo momento, con la rosa di giocatori a disposizione, è una categoria sotto le migliori squadre europee, significa non voler bene al Napoli.

    • Francesco Sisto 6 agosto 2018, 18:57

      Concordo che non mi sembra il caso di comparare le 2 sconfitte, ma mi pare che l’articolo si riferisse ai 2 pesi e 2 misure adottate dalla stampa, che é gia recidiva in proposito.
      Poi, se proprio vogliamo fare le pulci alla partita del Napoli, c’è da registrare un goal validissimo annullato al Napoli, ed uno falsisdimo convalidato al Lverpool, senza contare che 3 dei 5 goal presi (a parte quello irregolare), sono quasi tutta opera di quella specie di portiere che avevamo in porta.
      Insomma, non é che voglia giustificare, perche non credo che ci sia proprio niente da giustificare, ma questa partita lascia il tempo che trova.
      Poi è ovvio che se le cose dovessero ripetersi sistematicamente, saremmo di fronte ad un problema.

  8. La stampa italiana è vergognosa

  9. E poi saremmo noi i provinciali complottisti, cui il Napolista prova a mettere un fronte:
    1) il Real non è il Liverpool
    2) 3-1 non è 5-0
    3) alla Juve mancavano i migliori mentre noi eravamo tristemente al completo.
    Gomblotto giornalistico

  10. Raffaele Sannino 6 agosto 2018, 12:17

    Il problema grosso è che questa strategia comunicativa trova terreno fertile in tanti sprovveduti (per non dire peggio) che accettano queste frottole senza un minimo di senso critico.Se poi aggiungiamo i carognisti e il clima incandescente che hanno creato ,sembra davvero che sia prossima l’apocalisse.Avevo scritto che Ancelotti avrebbe trovato un ambiente terribile e doveva solo vincere.Sono stato un facile profeta.

    • Francesco Sisto 6 agosto 2018, 18:59

      Questa cappa di negatività, di contestazioni continue, di pessimismo cosmico (persino quando si vinceva 5-1 ” si ma il goal che abbiamo subito…” ” si, ma abbiamo segnato dopo ben 30 minuti..”) e sinceramente insopportabile, oramai si é capito che è tutto premeditato (pensa che c’era chi ieri scriveva che la squadra in attacco era piu debole del’lanno scorso!), e sarà sempre cosi, fino a che ADL sara il presidente del Napoli.
      Credi veramente che se fosse arrivato Cavani o chi per lui le contestazioni non ci fossero state?

    • L’ambiente terribile è anche frutto delle continue e stolte smargiassate di ADL, stupidamente pompato da parte della stampa. Se si dice e si scrive che il Napoli può seriamente competere per lo scudetto, che ha una rosa di alto livello e che con Ancelotti le cose andranno molto meglio che conSarri: si creano aspettative che andranno deluse. E il tifoso tutto vuole, fuorché la delusione. Questo è

Comments are closed.