Benzema-Napoli, As spiega perché il Real Madrid dovrebbe cederlo (e perché no)

Il quotidiano spagnolo scrive che Benzema segna poco, troppo poco, ed ora è privo della guida di Zidane. Al tempo stesso, però, non esiste un calciatore come lui.

Benzema-Napoli, As spiega perché il Real Madrid dovrebbe cederlo (e perché no)
Benzema Albiol e Koulibaly (Cuomo)

Ragionare su un’indiscrezione

Karim Benzema al Napoli è la suggestione del giorno. Nel calciomercato moderno, il passaggio da suggestione ad indiscrezione è rapidissimo, quasi immediato. Anche per questo motivo, evidentemente, As ha iniziato a ragionare sull’eventuale addio dell’attaccante francese al Real Madrid. E ha snocciolato i motivi per cui il club campione d’Europa dovrebbe pensare e non pensare a questa operazione.

Si parte dal punto più semplice: i gol. Solo 12 in 39 partite giocate quest’anno, e As scrive che è «una cifra troppo bassa per un club come il Real Madrid». C’è il confronto con due grandi bomber europei, Lewandowski ed Higuain, entrambi in vantaggio per numero di gol totali nelle ultime stagioni. Inoltre, l’addio del suo più strenuo difensore (Zidane) potrebbe in qualche modo forzare l’addio. Sono statistiche che incidono direttamente sull’umore dei tifosi, sulla percezione che l’ambiente-Real ha di Benzema. Oggi, si legge sul quotidiano spagnolo, l’ex Lione è uno dei calciatori più fischiati dal pubblico (molto esigente) del Bernabeu.

Ovviamente, ci sono anche analisi pro-Benzema. Che parono dalla prestazione (con gol, seppur casuale) nell’ultima finale di Champions League. C’è poi il puro discorso tattico: secondo As, nessuno sa lavorare bene accanto a Ronaldo come il centravanti francese, è il miglior partner per il fenomeno portoghese, gli apre spazi e gli permette di essere un calciatore devastante. Last but not least: c’è qualcuno migliore di lui per interpretare questo ruolo? Quindi, conseguenza: c’è qualcuno in grado di sostituirlo? La domanda di As è retorica, ed è una retorica positiva per Benzema, in questo caso.

ilnapolista © riproduzione riservata