In Inghilterra, non ci sono conferme sulla trattativa Luis Enrique-Chelsea

La notizia del Corriere dello Sport è rimasta confinata ai giornali italiani, in questo momento i media inglesi danno Luis Enrique in corsa per la panchina dell’Arsenal (con Massimiliano Allegri).

In Inghilterra, non ci sono conferme sulla trattativa Luis Enrique-Chelsea

Una notizia (solo) italiana

Ieri abbiamo riportato la breaking news del Corriere dello Sport sulla trattativa Luis Enrique-Chelsea. O meglio: sulla scelta definitiva dei Blues di affidarsi all’ex tecnico di Roma e Barcellona per il post-Conte. Secondo quanto riportato dalla testata romana, c’è stata un’accelerata decisiva tra il club londinese e l’allenatore asturiano con un incontro svoltosi nella serata di lunedì. L’indiscrezione è stata ripresa da molti siti e giornali italiani.

Ovviamente non vogliamo smentire il Corsport, ci mancherebbe; è una loro notizia e tanti complimenti per questo successo giornalistico. Solo che, almeno per il momento, non ci sono conferme in Inghilterra su questa trattativa. Tantomeno sull’incontro tra il board del Chelsea e Luis Enrique. Anzi, lo spagnolo viene dato nella griglia dei candidati alla panchina dell’Arsenal, più che in corsa per il posto a Stamford Bridge. Tra l’altro, lo stesso Conte ha spiegato ieri in conferenza stampa che parlerà del suo futuro solo al termine della stagione, dopo la fine del campionato e l’ultimo atto di Fa Cup (il 19 maggio si affrontano Chelsea e Manchester United). Per la successione di Wenger, sarebbe in corsa anche Massimiliano Allegri.

Insomma, secondo i giornali inglesi non ci sono ulteriori sviluppi da segnalare in casa-Chelsea. La notizia di ieri aveva “spento” per qualche ora le speculazioni sul possibile passaggio di Sarri al club londinese, una logica conseguenza dopo le notizie su Luis Enrique. Nei prossimi giorni vedremo se i giornali inglesi avranno toppato l’indiscrezione del Corriere dello Sport, oppure se il quotidiano romano è stato troppo avventato nel considerare già chiusa la trattativa. Del resto, il bello del calciomercato è proprio questa incertezza.

ilnapolista © riproduzione riservata