De Laurentiis in Regione, altri 20 milioni per i lavori al San Paolo

Incontro De Laurentiis-De Luca, grazie alla corsia preferenziale deel Universiadi si potrà ottenere un ulteriore finanziamento per il restyling dello stadio.

De Laurentiis in Regione, altri 20 milioni per i lavori al San Paolo

La seconda priorità

Ieri è stata una giornata ricca di impegni, per Aurelio De Laurentiis. Prima l’incontro con Sari per iniziare a costruire la prossima stagione sportiva del Napoli. Subito dopo, un altro faccia a faccia importante, col governatore De Luca per il futuro del San Paolo.

Il racconto del secondo confronto su Repubblica Napoli e sul Mattino. La prima ricostruzione spiega come De Laurentiis abbia pensato di «risolvere il problema scavalcando di fatto l’amministrazione comunale. La preoccupazione della Ssc Napoli sta nei ritardi per i lavori legati alle Universiadi. Ma soprattutto per la mancanza dei fondi considerando che il Comune ha rinunciato al mutuo del Credito Sportivo perché è sotto la lente d’ingrandimento della Corte dei Conti. E non può indebitarsi».

20 milioni

Ebbene, l’esito dell’incontro pare essere stato positivo. Scrive ancora Repubblica: «La Regione ha deciso di destinare altri 20 milioni per realizzare una ristrutturazione più completa dell’impianto di Fuorigrotta. Da verificare soprattutto la tempistica perché il Napoli non ha gradito l’idea di cominciare la nuova stagione, campionato e Champions, con lo stadio a mezzo servizio. Si andrà alla definizione di un cronoprogramma di interventi che farà salvo il pieno utilizzo del San Paolo da parte della società azzurra». Ovviamente, però, non sarà facile far combaciare le esigenze di tutti.

Tutto apparentemente bene, dunque. Il Mattino spiega quale sarà la sequenza degli interventi: «I lavori per i primi cinque milioni sono già stati messi a bando dal Comune per rifare la pista di atletica e l’impianto di illuminazione. Gli altri 20 serviranno prima di tutto per rifare seggiolini e la batteria di bagni, proprio in vista di Napoli 2019. Quindi si provvederà a ulteriori interventi di messa in sicurezza del San Paolo per adeguarlo agli standard Uefa per partecipare alla Champions League. Per quanto possibile si cercherà di legare l’investimento e i lavori alle Universiadi, in modo da utilizzare i poteri del commissario per Napoli 2019 e semplificare le procedure».

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Luciana Calienno 18 maggio 2018, 0:57

    I 20 milioni sono soldi (i primi )che rientrano nei 170 milioni che la Regione ha stanziato per le Universiadi fortemente volute da De Luca e dal governo ,che mette gli altri 100 milioni dei 270 previsti. De Luca evidentemente ha iniziato la campagna elettorale del 2020 e adl ci azzuppa il pane. Tra i due vedo forti “affinità elettive”.

Comments are closed.