Caro Di Francesco, la resilienza non è quella della Juventus

In Italia i bianconeri sono come il Recco nella pallanuoto, non subiscono alcun tipo di shock da anni

Caro Di Francesco, la resilienza non è quella della Juventus

Un modello

Leggo su “la Repubblica” del 9 marzo (Fabrizio Bocca, Di Francesco, paragone tabù “Impariamo da questa Juve”) che Eusebio Di Francesco, l’allenatore della Roma, ammira la resilienza della Juventus. E ha dichiarato che “La resilienza dei bianconeri è un modello”.

La resilienza, tanto per capire di che si parla, è la capacità di un materiale di resistere a urti improvvisi senza spezzarsi e di riprendere la sua forma originaria. Naturalmente non tutti i materiali hanno questa possibilità e non tutti allo stesso modo. Ma se il “materiale” è quello umano e, quindi, dal campo della fisica si entra in quello delle scienze sociali, che cosa succede agli esseri umani dopo uno shock traumatizzante? Ai calciatori di una squadra e ai suoi tifosi dopo una sconfitta o, comunque, un risultato diverso dalle aspettative?

Le reazioni sono diverse; la ricostituzione dello stato originario (la resilienza) avviene in modi e tempi diversi e consiste nella capacità di affrontare le avversità, superarle e uscirne trasformati o addirittura rafforzati.

Nel caso della Juventus sarebbe la capacità di riprendersi dopo uno shock. Uno shock? Ma, scusate, scusi signor Di Francesco, quando avrebbe subìto uno shock la Juve? Se proprio vogliamo parlare di resilienza la verificherei per le squadre i cui calciatori stesi in area da difensori juventini hanno inutilmente invocato un rigore prima di essere scioccati dal diniego arbitrale. Volendo restare in casa nostra la resilienza del Napoli è la ripresa dello stato originario di squadra e tifosi dopo il ‘tradimento” di Gonzalo Higuain detto il pipita, e lo scippo (peraltro molto ben pagato) della Juventus.

La Fiorentina

Resilienza è quella della squadra di calcio della Fiorentina che ha drammaticamente perso il suo capitano.

Resilienza è quella del signor Claudio Lotito presidente della Lazio calcio che in 24 ore ha perso all’ultimo secondo la partita con la Juve (favorita anche da un rigore non concesso ai laziali) ed è stato trombato alle elezioni politiche.

Questa è la resilienza. Ma con i chiari di luna che caratterizzano i problemi dell’ambiente planetario da un po’ di tempo si comincia realisticamente a parlare anche di adattamento. Adattamento a certe situazioni subite le quali non c’è resilienza che tenga.

Come il Recco nella pallanuoto

È un po’ l’osservazione che, con parole diverse, fece qualche anno fa Buffon, il portiere della Juventus, quando disse che vi sono squadre che quando giocano con la Juve “si scansano”. Come dire che, perso per perso data la forza di questa squadra torinese è inutile farsi male: meglio adattarsi alla situazione e pensare alla partita successiva.

È questa, da anni, la situazione del nostro campionato di calcio di serie A.

Mica solo nel calcio: anche nella pallanuoto la squadra ligure del Recco è tanto forte che è praticamente impossibile pensare di arrivare primi nella classifica finale. Allora? Allora non bisogna rassegnarsi come coraggiosamente ripetono i giocatori del Napoli; prendere atto della situazione non significa  giocare per lo scudetto delle seconde. Poi? “Giorno verrà, presago il cor mel dice…”

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Ma tutti gli episodi “dubbi” a favore del Napoli non li menzionate mai ? Mani in area di Martens ecc 🤔 cerchiamo di essere tutti un po più obbiettivi e sportivi sempre. #finoallafine

  2. Saranno pure i più forti ma non vorrei mai che la mia squadra somigliasse alla loro. Per fortuna sono tifoso del Napoli, ma se per sfiga avessi tifato juventus in passato avrei smesso di tifare e di seguire il calcio da anni. Esistono tanti passatempi nella vita, se devo seguire il calcio devo vedere un senso dietro al tifo. Parlare della resilienza della Juve ha tanto senso come parlare della resilienza degli USA che dopo aver perso decine di guerre in medio oriente sono ancora li ad accendere le polveriere.

  3. Come tutti sanno, nel 2015-16, la Juve fece la partenza piu’ disastrosa della sua storia. Dopo 10 giornate era a 12 punti, 9 dietro al Napoli e di piu’ ancora dalla vetta. I senatori si fecero sentire dopo la botta di Sassuolo, e da quel giorno in poi tutti dettero il 100%. Comincio’ quindi quella serie di 25 vittorie su 26 partite, e la Juve recupero’ quello svantaggio che tutti i giornalisti avevano dato per incolmabile, perche’ mai verificatosi. La Juve e’ fatta per battere i records. Il Napoli fini’ 9 punti dietro la Juve. Ricorderete il gol “fortunoso” di Zaza, che segno’ l’inizio del crollo del Napoli. Il Napoli era una bella squadra, Higuain era l’ira di Dio, ma quella Juve era uno schiacciasassi. Se fare una rimonta del genere non dimostra resilienza, non so che dire.

    • Si infatti ci ricordiamo tutti di “certe partite” vinte da quella squadra lì ahah. Ma se non vi ricordate perché parlate.

    • Si infatti ci ricordiamo tutti di “certe partite” vinte da quella squadra lì ahah. Ma se non vi ricordate tacete.

    • Mario Fabrizio Guerci 17 marzo 2018, 10:36

      Sicuramente,ma abbiamo mollato anche noi e per poco non finivamo terzi…! Per scaramanzia,non faccio altri esempi più recenti…!

  4. Inizierò a lodare la resilienza dei non colorati quando si riprenderanno dallo schock storico della finali perse. La resilienza in Italia quando si è tipo Bayern in Germania o psg in Francia non va considerata.

  5. La resilienza è anche affrontare due finali di CL in tre anni e perdere malamente.

  6. Giuseppe Russo 16 marzo 2018, 11:23

    Premetto di essere juventino, ma da meridionale mi farebbe molto piacere vedere vincere anche il Napoli .. mi chiedono come mai noi meridionali anziché lottare contro la completa corruzione del sistema politico e amministrativo. Dichiariamo la juventus ladra anziché imitare un sistema che funziona , noi che siamo i capi della corruzione e della criminalità… nel calcio facciamo la guerra la Juve e non ci guardiamo allo specchio.. sappiamo fare la morale nel calcio … siamo piccoli

    • Ciao Giuseppe, non ho capito il tuo post! (non sto provocando, proprio non ho capito).

      • voleva dire che proprio noi che siamo maestri della criminalità poi predichiamo onestà nel calcio quando invece dovremmo attrezzarci per rubare come fa la juve. vaglielo a spiegare che al massimo nella nostra vita abbiamo rubato qualche bacio. vaglielo a spiegare che vincere rubando non ci darebbe alcun merito ne’ soddisfazione.

        • È un provocatore. Dice che dobbiamo imitare il modello juve, perché noi abbiamo la corruzione mentre al nord sanno campare.

        • Mario Fabrizio Guerci 17 marzo 2018, 10:38

          👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻(oltretutto,hai un nome e cognome glorioso…😉)

    • giancarlo percuoco 16 marzo 2018, 13:46

      lo sappiamo che siete i capi della corruzione e della criminalità.

    • Lol la Juve compra i terreni per lo juventus stadium a un tozzo di pane e ci vieni a parlare di corruzione a Napoli e di modello da imitare. Ma vai a fare il troll da un’altra parte.

  7. Il Napoli si e’ ripreso dallo “scippo” di Higuain, quindi ha resilienza. Ma siamo seri? Il Napoli l’ha pagato 37 milioni e l’ha venduto per 90. ADL piangeva sulla via della banca. Anche la Juve si e’ ripresa (a fatica) dallo “scippo” di Pogba. Solo che alla Juve, onestamente, lo chiamano plusvalenza.

    • E’ ovvio che, dal punto di vista economico, una società delle dimensioni del Napoli non possa dire no a 90 mln (nessuno scippo!).
      Dal punto di vista tecnico, perdere Higuain è stato per il Napoli più “scioccante” di quanto sia stato perdere Pogba per la Juve; era l’unico ad essere un top players (o giù di li) nel nostro organico ed era fondamentale nel sistema di gioco.
      Quindi io penso che dal punto di vista tecnico/tattico vi sia effettivamente stata risilienza nel ri-organizzare il sistema di gioco (e lo stesso mi viene da dire per Ghoulam). Ho i miei dubbi sulla tenuta psicologica di squadra e ambiente oggi, però aspetto per giudicare. Buona giornata!

      • Giulio Valerio Maggioriano 16 marzo 2018, 13:43

        Di fatto il Napoli ha assorbito brillantemente la cessione del Pipita. Tecnicamente, un capolavoro! Col senno di poi si può semmai discutere su come sono stati spesi quei soldi, ma è tutt’altra storia.

      • La differenza pero’ e’ che Sarri costruisce il suo gioco sui prototipi di giocatori che secondo lui fanno al suo caso, e gli altri nemmeno li considera, eccetto che mandarli in campo quando vuole uscire dalla coppa. Quindi ha faticato un po’ a rimettere in piedi la baracca dopo la partenza di Higuain. Allegri, che adatta il suo “non-gioco” al materiale umano a disposizione, e’ capace di cambiare moduli tutte le domeniche e, incredibilmente la Juve non ha sofferto piu’ di tanto per la partenza recente di tutti i suoi giocatori piu’ importanti (Pogba, Vidal, Tevez, Bonucci, Morata, Dani Alves). Ne ha comprati altri, e Allegri e’ riuscito a forgiarne un gruppo vincente, almeno per ora visto che di trofei quest’anno non ne sono stati assegnati. Io, che pure non amo Allegri, devo riconoscere a lui e a tutta la societa’ il pregio di riuscire a vincere pur scombussolando la squadra tutti gli anni.

  8. La resilienza che non ha il Napoli. Da Zaza, ad Higuain, passando per la juvearrubba, fino ad arrivare ai complotti rò palazz’.

    Scherzi a parte è deprimente leggere questi commenti da chi plasma le giovani menti che affrontano il futuro. Lo shock della Juve fu la B. Ed appunto ecco la reslienza considerata da Di Francesco.

    • la b fatta con buffon del piero e trezeguet. Per favore…

      • Si d’accordo, ma nessuno ha obbligato nessuno a restare.

        • Infatti, sono rimasti per lo stipendio come si confà a dei veri mercenari

          • Tranne che per i giocatori del Napoli, ovviamente. Loro credono nelle idee (velleitarie) del loro condottiero in tuta.

          • Propongo una mozione per inserire il sig. Vanni nell’organigramma della SSCN come mental enhancer…se i giocatori potessero leggere i suoi post avrebbero una motivazione in piu’ per vincere solo per il gusto di sbugiardarlo

          • Ma rispondi pure a questo BASTIANCONTARIO.

          • Decine di squadre avrebbero potuto pagare molto di più le prestazioni di CAMPIONI del calibro di Nedved,Buffon,Del Piero,Camoranesi e Trezeguet.
            La Juve è di un altro pianeta perché ha più soldi e sa pure spenderli.Non e giusto?non vi piace?iscrivetevi in un campionato di un paese dove non esiste la proprietà privata e la libera concorrenza o fatevene una ragione

        • Perché secondo te la juve restava in b? Dopo i due settimi posti la Exxor ha ricapitalizzato per 100 milioni, i giocatori andati via lo han fatto perché dovevano giocarsi le ultime cartucce della carriera come Cannavaro e Zambrotta, Ibra invece è storia a sé lui va dove lo portano i soldi.

          • Anche in Serie “B” due scandali Rube; Cesena-Juve, Bologna-Juve, 3 punti scippati, uno al Cesena , due al Bologna 1-1, 0-1 andatevi a vedere queste partite. Ex Presidente del Bologna Gazzoni Frascara sta ancora incazzato per quegli scippi. Palla sotto la traversa rimbalza in campo mezzo metro entro il campo GOL. Si da il GOL. Pellè Cesena, 95° Calcio d’Angolo, di spalle alla porta e al portiere, in rovesciata, BUFFON rovina su di lui ma Pellè riesce a colpire e segnare in acrobazia il 2-1, no fallo sul portiere. Di spalla alla porta e al portiere fallo, assurdo.Il fallo lo fa Buffon, semmai. Questi sono le categorie degli arbitri italiani, poi dicono i migliori del mondo, puo darsi ma in quanto a rettitudine fanno pena. Chissà se in Nazionale Pellè glie lo avrà detto a Buffon ricordi in “B”? La Juve dei record….ah ah ah ah ah..

      • Guarda, che quei giocatori siano rimasti in B io un po’ lo invidio a loro: sia perché hanno conservato potenza economica anche in B, sia perché dimostra un certo attaccamento alla maglia.

        Io se la Juve oggi rubi non lo so, il divario tecnico e finanziario è talmente alto (e gli avversari talmente insignificanti) che non so neanche se ne abbiano bisogno. Io quello che ancora mi chiedo è perché la Juve sia solo finita in Serie B. Noi per il fallimento economico giustamente siamo ripartiti dalla serie C, con una società praticamente rifondata nella sua interezza. Loro per aver reso fraudolento almeno due campionati – con corruzione di terne arbitrali, uso massiccio di doping, ovvero tutto ciò che è contrario alla definizione di sportività -, son partiti dalla B, che altro non è stato che un momentaneo “salta il turno”. Meno male che la divisa carceraria la portano come colori sociali.

        • Il porti questa domanda dovrebbe spiegarti tante cose…per giustificare il loro stipendio i giudici hanno fatto toto’ sulle manine alla societa’ arrecandole un piccolo fastidio come un anno di parcheggio in B e un paio di titoli revocati tra l’altro conteggiati (sul campo) dai tifosi (ed anche qui avrei da dire, titoli sul campo forse…rubati dalle scrivanie e dai telefoni sicuro…)
          Piccolo presupposto: le malefatte dei dirigenti radiati a chi hanno giovato?? Alla Juventus, giusto? Ed allora la società non e’ vittima (come erroneamente fatto credere) ma benefattrice quindi la giusta punizione sarebbe stata la radiazione…invece niente, Moggi mandato a casa che miracolosamente si reincarna in Albania, Bettega ospite delle televisioni locali, Giraudo si gode la pensione….ma l’Italia (con GdS in testa) applaude fiera la campagna juventina d’Europa…proprio vero che al peggio non c’è mai fine…

          • Infatti è di poco fa la sentenza definitiva del ricorso di MOGGI al Consiglio di Stato RADIATO!! definitivamente. Ora spero lo radiano pure dalle TV, dove pontifica sentenze di campo, soprattutto alla vecchia maniera il nuovo pro-cesso del Lunedì. Chi lo ospita dovrebbe essere radiato.

        • a me non interessa proprio niente di quello che fa la juve. Prima lo capiremo tutti prima i giocatori cominceranno a non cagarsi sotto.

        • Da quella “B” scapparono Cannavaro ‘o ruoss, Zambrotta ed Emerson dietro consigli agenti. Poi, da limone spremuto, da Cimitero degli elefanti, Cannavaro ‘o ruoos dopo che De Laurentiis nun ‘o vulett nemmeno aggratis ma lui voleva magna.. lo riprese con sommessa sorpresa la Juve, che dileggiato dai propri tifosi lo cacciò di li a poco il Cannavaro ‘o ruoss. Ma scherziamo? un pallone d’oro in “B”? ecco, questa è una delle cosidette “bandiera”. Ti meravigli del trattamento Calciopoli? in altro stato serio la Juve sarebbe stata radiata senza appello, ma noi non siamo seri, anzi per poco non gli restituivano scudetti e scuse.

        • Portami una sentenza che dimostri l’alterazione di quei due campionati.
          Non la troverai e ti renderai conto che uno dei due non è stato nemmeno oggetto di indagini.
          Calciopoli è stata un farsa, soprattutto perché uno dei due scudetti è finito nella bacheca di una società che telefonava al pari di molte altre.
          Ah,e per non farci mancare niente giudici e inquirenti erano o amici di Moratti o napoletani…..

          • Moggi sando subbbido!

          • La Juve vince di più senza Moggi al contrario di qualcun’altro che dovrebbe santificarlo per davvero

          • il campionato di serie A di oggi è tipo la Ligue 1. All’epoca a contendere lo scudetto alla Juve c’erano il Milan berlusconiano, la lazio di cragnotti, il parma di tanzi, l’inter di moratti.

          • Quindi erano campionati REGOLARI dove persino Lazio e Roma potevano vincere.
            Il calcio italiano e’ in queste condizioni perche’ si e’ capito troppo tardi che il mecenatismo non poteva piu’ reggere e che per competere ad alti livelli ci si deve autofinanziare come fa la Juve dagli anni 90.

          • No vinceva quasi sempre la juve nonostante ci fossero degli squadroni zeppi di campioni. Ogni tanto hanno vinto 1 lazio 1 roma e 1 milan. Perché ogni tanto c’era chi si opponeva a Moggi.

          • nell’era Moggi la Juve ha vinto in media esattamente come vinceva prima.
            Questi sono i fatti

          • Perché il pesce puzza dalla testa…

          • CALORI, Perugia.

          • Se proprio vuoi sfottere per quello scudetto vai a cercare le ultime sei sette partite, è lì che la Juve lo ha perso dilapidando un cospicuo vantaggio sulla Lazio.

          • E menomale?? qualcuno ne ha beneficiato.

      • Quindi quando volete dimostrare che la Juve rubbba sono dei pipponi,adesso che si deve sminuire la GRANDE RINASCITA sono dei campioni?

        • Grande rinascita culminata in due settimi posti e acquisti ciofeca. La Exxor ha dovuto ricapitaluzzare di 100 milioni per fare la squadra che l’anno successivo se la giocò col Milan.

          • 6 scudetti,due finali di Champions e qualche coppetta che non guasta mai.
            Praticamente due/tre volte il triste palmares del Napoli che nel frattempo ha vinto due coppette,uno scudetto del bel gioco e la coppa per essere andato in vantaggio al bernabeu

          • e stica… se ti va di parlare bene, altrimenti ti lascio nel brodo del troll juventino. La Exxor ci ha messo il denaro sonante dopo che la juve nei primi 3 anni di serie a aveva fallito. Il discorso era sulla resilienza. Parliamo di una squadra che ha 100 anni e passa di storia vincente ed è andata in serie b con una squadra da serie A. Il discorso è quello non spostare su altro.

          • La Juve appena tornata in A e’ arrivata terza,seconda,settima,settima e il resto lo sai.
            Sei tu che per sminuire le imprese della Juve te la racconti a modo tuo.
            La Juve e’ andata in B con mezza squadra di serie A,qualche giocatore scarso e dei giovani.
            Comunque lasciamo perdere

          • Aveva fallito nel vincere il campionato e voi tifosi eravate molto incazzati, tanto che qualcuno aggredi zebina. Per le perdite derivate la proprietà ha dovuto ricapitalizzare e rifare la squadra con Marotta. Marotta sarà stato bravo ma senza il capitale extra non sarebbe stato possibile fare alcunchè. http://www.repubblica.it/economia/finanza/2011/10/18/news/juventus_il_peggior_bilancio_della_storia-23421737/

          • Eppure in Serie B rubò, Cesena, Bologna, Spezia a culo.

    • E’ facile fare il f….o con il c..o degli altri cosi come è facile essere resilienti con appoggi esterni: niente fobie, niente complotti, niente manie di persecuzioni. Realta’ pure e semplici conclamate da tribunali ed ammesse nei processi. Poi se vogliamo non vedere le evidenze questo è un’altro discorso…la Juventus non vince per forza, deve per forza per vincere e dietro questa banalissima differenza di sintassi grammaticale c’è un intero mondo politico/economico…

Comments are closed.