Corsport: Napoli, c’è l’ombra di un sospetto stiramento sull’infortunio di Hamsik

Si tratta dell’ipotesi peggiore, Hamsik si sottoporrà agli esami strumentali durante la sosta. Nel caso, la sua assenza si prolungherebbe oltre il match contro il Sassuolo.

Corsport: Napoli, c’è l’ombra di un sospetto stiramento sull’infortunio di Hamsik
Hamsik / Photo Matteo Ciambelli

Tra tonsille e coscia

Marek Hamsik è il secondo centro di gravità nel racconto del Napoli, almeno in questi giorni. Se il rinnovo di Sarri tiene banco durante il break internazionale, le condizioni del capitano sono l’argomento numero due. Il Corriere dello Sport racconta la situazione composita del centrocampista slovacco, diviso tra l’intervento di rimozione delle tonsille e il problema muscolare che ha portato al cambio con Zielinski durante la partita contro il Genoa.

La notizia vera riguarda il flessore della coscia destra. Secondo quanto riportato dal quotidiano romano, c’è lo un sospetto stiramento. Chiariamo subito: si tratta dell’ipotesi peggiore, tanto che le prime impressioni sull’infortunio erano meno negative. Inoltre non ci sono riscontri, e gli esami sono previsti in questi giorni di sosta. Ma il timore c’è, e in caso venisse verificato nella realtà, Hamsik si ritroverebbe a dover saltare sicuramente il Sassuolo. Forse, anche altre partite a seguire.

Leggiamo il Corsport: «Resta da capire la portata del danno ai flessori. Un infortunio che l’ha costretto a chiedere il cambio e anche a rinunciare alla King’s Cup di Bangkok con la Slovacchia. “Ho sentito uno schiocco all’altezza del femore, non ho una buona sensazione”, ha tra l’altro aggiunto Marek lunedì, dopo il colloquio con il ct slovacco  Kozak e lo staff medico della Nazionale. A preoccupare tutti, partendo da Hamsik e fino ad arrivare a Sarri, è lo spettro di uno stiramento. Un problema che, se effettivamente confermato, potrebbe tenerlo fermo per qualche settimana. Le indagini che chiariranno la situazione sono in programma più probabilmente la prossima settimana, e precisamente quando Hamsik avrà smaltito del tutto il primo post-operatorio e il periodo forzato di degenza casalinga». Sì, perché l’operazione alle tonsille è andata benissimo. Una buona notizia, ma Marek ci perdonerà se riteniamo più importante la salute dei suoi flessori.

ilnapolista © riproduzione riservata