Mia figlia quindicenne delusa dal San Paolo, curva B: «Lo stadio sembra cupo»

Posta Napolista / Lei è milanista, ma desiderava la curva B. È rimasta delusa e mi ha detto: «Sei troppo tifoso, mi racconti favole non la realtà»

Mia figlia quindicenne delusa dal San Paolo, curva B: «Lo stadio sembra cupo»

Io un occasionale, lei milanista

Buongiorno, l’ammirazione verso il vostro modo di scrivere sul Napoli e del Napoli, così diverso ma così vero, mi ha dato il coraggio di scrivervi un mio pensiero (impunemente, vista la qualità dei vostri scritti, ed io a scuola non andavo oltre il 5 in italiano).

Comunque ci provo: sono un occasionale (ho un concetto di andare allo stadio molto da teatro) ma il tifo quarantennale verso il Napoli, mi fa a volte trasgredire la mia coerenza.

Inoltre ho una figlia  di quasi 15 anni tifosa del Milan (uno scandalo nel mio microcosmo colorato sempre d’azzurro) che più volte mi aveva chiesto di andare al San Paolo a vedere il suo Milan o comunque provare l’emozione di entrare in uno stadio precisando che voleva andare in Curva B. La mia paura di genitore mi ha fatto tentennare fino a sabato scorso: ore 18 Napoli-Atalanta, nel mio ideale di tifo romantico c’erano le condizioni per una festa prima, durante e dopo.

Ha visto Hamsik da vicino

Non vi racconterò la parte positiva, che comunque c’è stata. Per esempio ha  visto l’autobus della squadra ed Hamsik da vicino; il boato alle formazioni; gli epiteti coloriti e colorati frutto di un amore sconfinato; l’incitamento anche sullo 0-2, eccetera eccetera.

Vi voglio riportare le sue domande

  • Papà perché non si fanno coreografie?
  • Perché però rimangono delle bandiere che ostacolano la visuale agli altri seduti dietro?
  • Perché non ci sono tanti colori? Lo stadio sembra cupo…
  • Perché mi hai consigliato un abbigliamento non proprio da serata con le amiche……e di andare in bagno solo se non posso proprio farne a meno?
  • Perché la gente si ferma sulle balaustre mentre ci sono posti liberi ?
  • Perché i sediolini sono rossi ?

Vi evito le mie risposte di circostanza, ma credo che una riflessione si possa fare. Soprattutto se le domande provengono da chi non ha pregiudizi e filtri nell’esprimere il proprio pensiero rispetto ad un determinato argomento. La serata si è chiusa con una sentenza: la prossima volta solo se c’è il Milan, sei troppo tifoso e mi racconti favole e non la realtà….

Buon lavoro signori.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. alessandro celentano 3 marzo 2017, 11:54

    Non voglio entrare nel merito ma voglio solo dire una cosa…
    Tu occasionale e tua figlia milanista ma nun è ca purtassv nu poc a’pest?
    La prossima volta lasciala uscire con le amiche e tu resta sul divano.
    Non è una polemica, anch’io se per un periodo manco allo stadio e il Napoli inizia a vincere, resto a casa per una mera questione scaramantica, quindi per il bene del Napoli statev a’cas!
    Distinti saluti

  2. questa ragazzina andrebbe psicanalizzata. ed il genitore dovrebbe chiedersi dove ha sbagliato. capita. c’è sempre possibilità di redimersi.

  3. A parte sassuolo e pochi stadi di provincia, ditemi voi dove non ci sono bandieroni (che tolgono la visuale a chi è dietro), o persone sedute sulle balaustre o in piedi ad incitare….jamm ja

  4. Roberto Losanno 28 febbraio 2017, 16:01

    Che nn abbiamo uno stadio degno, forse é l unica cosa che mette daccordo 5 milioni di tifosi azzurri……

  5. Raffaele Cozzolino 28 febbraio 2017, 15:07

    Credo che per afferrare il senso vero della lettera bisogna conoscere i principi dell’educazione e della civiltà. Se si impedisce a chi sta dietro di vedere, si è incivili, se si sta sulle balaustre in piedi anziché seduti, idem. Se si pensa di trovarsi in una discarica e si finisce di inzozzare uno stadio già zozzo di suo, idem. Su quanto poi sia cambiato lo spirito coreografico del tifo in curva rispetto a quello di 30 e più anni fa, credo sia evidente e non discutibile.

  6. Non sono convinto dell’autenticità della lettera ma trovo la maggioranza dei commenti veramente di pessimo gusto.
    L’unico commento che condivido è quello in cui lo Stadium di quelle merde ci ha superato in quanto a supporto per la propria squadra.

  7. Quello che ormai diciamo da anni. Stadio silenzioso e cupo che invece di tifare ha gruppi organizzati che tra uno spinello e l’altro pensano alla politica ultras e dedicano cori alla politica ultras

    • Ciao boemo, guarda però che nella lettera tutto si dice tranne che stadio silenzioso, anzi parla di incitamento anche sullo 0-2. Tutto quello che vuoi sul grigiore dello stadio ma per quanto riguarda i gruppi organizzati, possiamo dirne di tutti i colori sui singoli membri ma non che non fanno mancare il loro appoggio durante tutta la partita dai.

      • cantano cose che non c’entrano nulla col napoli. Distinti e tribune guardano partita e si lamentano. stop.

  8. La prossima volta il presidente ed il sindaco, di comune accordo, come coreografia le faranno trovare un balletto delle Winx.

    • Roberto Liberale 28 febbraio 2017, 14:29

      Risposta quantomeno inopportuna.
      Io invece penso alle curve degli stadi con tutti i tifosi che indossano la maglietta con i colori sociali.
      Troppo allegri per la filosofia ultras, vero?
      Meglio tutti vestiti di nero come degli “schiattamuorti” a cantare cori autoreferenziali e incazzati verso il mondo. Giusto?

      • Enrico Pessina 28 febbraio 2017, 14:33

        Voleva semplicemente dire che coreografia vuol dire scene di ballo e, che io sappia, negli stadi non si è mai ballato.
        Si confonde sempre coreografia con scenografia.

        • Domenico Cerbone 28 febbraio 2017, 17:08

          dal dizionario 😉

          coreografia
          co·re·o·gra·fì·a/
          sostantivo femminile
          Arte di comporre le figurazioni solistiche e d’insieme del balletto, armonizzandole con la musica scritta allo scopo.
          generic.
          Scenografia.
          estens.
          Scenografia di un avvenimento pubblico o solenne, spec. se accompagnata da movimenti sincroni di masse e da una ricchezza inusitata di luci e colori.
          “la magnifica c. della cerimonia inaugurale”

          • Enrico Pessina 28 febbraio 2017, 17:15

            Lingua italiana, questa sconosciuta….. 😉

          • La legge di Muphry (sic) non perdona. Dal dizionario (a saperlo usare):

            Garzanti:
            1. […]
            2. qualsiasi azione in cui più elementi concorrono a creare un effetto spettacolare: una coreografia di luci e di suoni

            Sabatini Coletti
            2 estens. Scenografia: c. di luci e di acqua

            Gabrielli:
            1[…]
            2 fig. Scenografia spettacolare di una rappresentazione, di una cerimonia, di un avvenimento, atta a produrre una forte impressione, spec. visiva, sullo spettatore

    • Raffaele Cozzolino 28 febbraio 2017, 15:02

      Credi di essere un tipo spiritoso vero? Ricrediti.

  9. Tiziana Moschella 28 febbraio 2017, 13:01

    più che 15 anni sembra ne abbia 6, perchè perchè perchè……..
    comunque questo terrore di andare in curva B non la capisco sono anni che ci vado, anche quando i miei figli erano piccoli, mai successo nulla. con questo non voglio dire che il SAN PAOLO non abbia bisogno di una “riqualificazione” in tutti i suoi settori.
    FORZA NAPOLI SEMPRE

  10. Io direi, la prossima volta statev’a cas! Scherzo eh…un saluto alla piccola milanista…

  11. Tra la lettera di quello con la gamba rotta e ques’altra… Mamma mia…

    • Stavolta sono in disaccordo con te. Il mito di Napoli tifo caldo è ormai solo un luogo comune.

      • Ma infatti… Io sono in disaccordo verso uno che si rompe la gamba e lo va trovando dal Napoli e trovo purtroppo al passo con i tempi un padre che non è ingrado di spiegare alla propria figlia che lo stadio non è un luogo extrastorico, lo stadio è la sintesi di una società cupa, di uno stato che si sta ripiegando su se stesso. Insomma lo stadio può essere vista come lo specchio dell’anima dello stato in cui si vive.

        Che il tifo del napoli non sia più caloroso ben venga. Perchè dobbiamo fare sempre i pulcinella ???

        • Il pulcinella non lo dovresti fare nel contorno, ma il clima allo stadio dovrebbe essere all’altezza della passione che i napoletani hanno per la propria squadra che ha pochi uguali. Da alcuni anni invece siamo come i tifosi della juve senza essere la juve, anzi da quando hanno lo stadium ci hanno superati anche loro.

Comments are closed.