Ztl per l’America’s cup, è ancora caos, ma sembra vada un po’ meglio

L’eco del caos che si è generato ieri per l’avvio delle chiusure al traffico in vista della coppa America, ha spinto i napoletani ad accelerare sui tempi di uscita da casa del mattino. poco dopo le sette del mattino le via d’accesso alla città erano già prese d’assalto dai pendolari e le prime code di auto iniziavano a formarsi ai varchi della ztl del cuore della città.

Dopo l’impatto forte del primo mattino, la situazione attualmente è migliorata. La polizia municipale comunica che al corso Vittorio Emanuele intorno alle 9 il traffico era intenso ma non paralizzato. Sono state riaperte via Trinità delle Monache e via Gesù e Maria che ieri erano state bloccate per l’eccessivo afflusso di vetture.

Qualche rallentamento, secondo la municipale, si registra ancora nella zona del cantiere a piazza Municipio e all’altezza del varco di piazza Sannazzaro, anche se, rispetto alla stessa ora di ieri (le nove del mattino) la situazione è decisamente più gestibile.

È di 452 il numero di unità della polizia municipale di Napoli impegnate anche questa mattina per il dispositivo di traffico che prevede l’istituzione di un ampia zona a traffico limitata per l’Americàs Cup. 18 sono i varchi d’accesso alla ztl in cui è consentito l’accesso ai veicoli dei residenti, a quelli muniti di autorizzazione ed ai veicoli a due ruote. Il dispositivo e i controlli dei varchi di accesso, garantiti dagli agenti, secondo quanto sostiene la Polizia municipale «ha dato risultati positivi. Dalle 8 alle 9.30 , ora di punta, il traffico su tutte le strade perimetrale della ztl si presentava scorrevole, diminuito sensibilmente rispetto a ieri, grazie anche ad una maggiore conoscenza da parte degli utenti dei blocchi e delle deviazioni ed alla riduzione di veicoli a 4 ruote a favore di quelli a due ruote».

ilnapolista © riproduzione riservata