Gianni Mura: «Per il Napoli è difficilissimo essere normale»

Il commento su Repubblica: «Il Napoli regala un gioco fiammeggiante da subito, c’è grande differenza con l’Inter vista a Wembley».

Gianni Mura: «Per il Napoli è difficilissimo essere normale»

Il commento su Repubblica

Gianni Mura commenta Napoli-Stella Rossa sulle colonne di Repubblica. L’editorialista del quotidiano romano parla così della squadra di Ancelotti: « Il Napoli non regala niente, se non un gioco fiammeggiante da subito. Il primo gol è di Hamsik su angolo, poi ci pensa Mertens, due conclusioni una più bella dell’altra. La squadra c’è, si muove bene, rischia qualcosa: per evitare un gol Albiol ci rimette una caviglia e dovrà uscire nell’intervallo. Quando la Stella Rossa segna il gol dell’1-3 Ancelotti non ha l’espressione di un allenatore felice, ma piuttosto occhi spiritati. C’è troppa differenza tra una squadra bellissima e una squadra brutta. Per il Napoli è difficilissimo essere una squadra normale».

Il riferimento di Mura è all’Inter, definita «bruttina e arrendevole» nella prima parte del testo. Leggiamo: «Se diciamo che l’Inter ha giocato maluccio, e ci riferiamo al primo tempo, facciamo quasi un eufemismo. La squadra sembrava tornata indietro di qualche mese. Spalletti alla vigilia aveva detto che l’Inter avrebbe attaccato, che non poteva permettersi di avere paura, che non si sarebbe fatta schiacciare in area dal Tottenham. Invece proprio questo è successo: si è fatta schiacciare in area, ha concesso un palo esterno a Kane e una traversa a Winks, praticamente non ha mai portato un’azione d’attacco decente».med

ilnapolista © riproduzione riservata