Repubblica: la metamorfosi tattica e ideologica del Napoli

Crosetti: finisce in panchina persino Insigne. Ma siamo tutti in un campionato che non si può dichiarare finito solo perché non sta bene farlo.

Repubblica: la metamorfosi tattica e ideologica del Napoli

“La metamorfosi del Napoli ma la Juve corre troppo” è il titolo dell’editoriale del lunedì di Repubblica a firma Maurizio Crosetti. Che scrive:

Il Napoli era precipitato nel pozzo bianconero 9 giorni fa e ne è risalito battendo il Liverpool e poi il Sassuolo, peso specifico enormemente diverso ma sostanza simile, oltre che identico il solutore, Lorenzo Insigne. Fa pensare la metamorfosi tattica e ideologica del Napoli, ieri con 5 titolarissimi in panchina compreso Insigne che non sedeva lì da dieci mesi, tutto diverso perché niente lo sia, ancora il secondo posto, ancora una galassia dietro la Juve come se i moduli alla fine contassero niente: Insigne e Mertens segnavano prima, Mertens e Insigne segnano adesso.

Di fatto, Crosetti che il campionato sia chiuso, e i numeri al momento lo confermano in maniera incontrovertibile.

“La bravura e i limiti di tutti, Napoli, Roma, Lazio, Inter, Milan, sono un monoblocco che sta abbastanza fermo mentre la Juve corre sempre altrove. C’è qualche lampo di novità, però giace dentro un campionato che non si può dichiarare finito solo perché non sta bene farlo. Ma lo è, lo sanno tutti. Ormai ognuno gioca per sé e non per lo scudetto. A ottobre: è questa la novità”.

ilnapolista © riproduzione riservata