Repubblica: Serie A innamorata di Piatek, Milik e Zielinski

Dal 2009, l’asse di mercato è davvero caldo: 24 calciatori polacchi in Serie A, oggi sono in 16. Milik è stato il più costoso (32 milioni all’Ajax).

Repubblica: Serie A innamorata di Piatek, Milik e Zielinski

Un nuovo legame

Interessante ricostruzione di Repubblica, che racconta la nuova generazione di calciatori polacchi in Serie A. Addirittura, dal 2009 sono arrivati in Serie A 24 connazionali di Zielinski e Milik, secondo e terzo calciatore polacco nella storia del club partenopeo dopo il giovane Igor Lasicki, acquistato nel 2014 ma sceso in campo in magli azzurra in un solo match ufficiale.

Ovviamente, il quotidiano romano ha preso spunto dagli exploit di Piatek, capocannoniere del campionato arrivato in estate dal Cracovia. Solo che «dietro al suo arrivo c’è una lunga scia di mercato che negli anni ha legato sempre più strette Italia e Polonia. Oggi, non c’è squadra in Serie A che non monitori quotidianamente i giocatori di Wisla e Lech, Legia e Zaglebie. Sembra quasi che da quelle parti i club italiani cerchino qualcosa che qui non si trova più. Il perché è semplice: “Per fisico e mentalità i polacchi sono superiori a tanti altri giovani“, spiega Cristiano Giaretta, ds dell’Ascoli che ai tempi dell’Udinese portò in Friuli un giovanissimo Zielinski».

Un tempo era la Bundesliga

Repubblica racconta come la Serie A sia diventata col tempo una meta ambita dai giovani polacchi, prima erano più attratti dalla Bundesliga. Proprio l’agente di Piatek ha spiegato perché da quelle parti c’è un processo di formazione migliore: «I calciatori sono fisicamente forti, giocano nel campionato più evoluto tecnicamente e tatticamente dell’est Europa grazie anche ad allenatori stranieri e arrivano formati da un punto di vista fisico. In più, anche da giovanissimi hanno una grande mentalità: sono dei soldati».

Manodopera fidata a basso costo, viene da dire. Il prezzo medio per l’acquisto di un calciatore polacco è di 3.5 milioni. Milik è costato dieci volte tanto, è il polacco più costoso nella storia della Serie A, ma è arrivato al Napoli dall’Ajax. Arkadiusz guida una divisione di 16 calciatori, la Sampdoria ne ha tre. Come in tutta la Ligue 1. Un dato che fa riflettere.

ilnapolista © riproduzione riservata