Nasce in Campania l’app Lastello: il primo Airbnb italiano dei funerali

Servirà a comparare le onoranze funebri per confrontare preventivi e scegliere bene l’ultimo saluto

Nasce in Campania l’app Lastello: il primo Airbnb italiano dei funerali

Un’idea singolare, certo, ma, come tutte quelle che riguardano la morte, che prima o poi tocca tutti, sicuramente vincente.

L’ha avuta Lastello, primo comparatore in Italia di funerali e onoranze funebri per funerali tradizionali e cremazioni: la creazione di un’app che serva a comparare i costi dei funerali.

Lastello (il cui nome deriva da last hallo, l’ultimo saluto in inglese) vanta oltre 500 agenzie iscritte e 10mila preventivi realizzati finora. In Campania sono 12 le agenzie che hanno già aderito, di cui 4 a Napoli.

Com’è nata l’idea

“L’idea nasce quando, insieme con gli altri due co-founder, ci siamo resi conto che non c’erano startup o aziende innovative nel settore delle onoranze funebri, un settore particolarmente delicato eppure pieno di storie di poca trasparenza e speculazione – spiega Gianluca Tursi, CEO, Service & User Experience Designer, che ha sviluppato l’idea con Francesco Gnarra, CTO, web e app developer – Per questo, abbiamo sviluppato un servizio semplice, trasparente e geolocalizzato, per permettere di visualizzare prima le offerte delle agenzie più vicine”.

lastello

Gianluca Tursi

Dopo gli ottimi risultati ottenuti attraverso il portale (www.lastello.it), attivo dal 2016 (oltre 10mila preventivi forniti tramite più di 500 agenzie in 2225 comuni italiani, per un totale di circa 1000 clienti), Lastello lancia ora la sua app, per iOs e Android, che, allo stesso modo, permette di confrontare, in soli 3 passaggi, sia le agenzie più vicine sia i prezzi.

Un modo ancora più semplice e veloce per trovare la migliore soluzione tra quelle proposte, grazie anche a un algoritmo in grado di valutare la qualità delle imprese funebri e offrire ai clienti la possibilità di fare la scelta giusta.

Ci sono anche le recensioni degli utenti

Allo stesso modo il team di Lastello ha sviluppato e implementato nell’app un sistema di “recensioni” che verifica la bontà dei preventivi e l’effettiva esecuzione del servizio acquistato, con un servizio di valutazione da parte degli utenti.

I preventivi richiesti sono gratuiti e senza impegno, ma, soprattutto, senza costi nascosti e consentono di risparmiare in media fino al 30% rispetto al preventivo in agenzia.

Sono previste, inoltre, funzioni esclusive per le agenzie e l’aggiunta di un sistema di necrologi per dare modo agli utenti di condividere informazioni sul funerale con parenti e amici, tramite un sistema di messaggistica integrata tra la App e WhatsApp.

La città che chiede più preventivi è Roma

Interessanti i dati forniti dall’azienda nel presentare l’app, che riguardano la provenienza geografica delle richieste di preventivi e anche i costi medi per l’organizzazione di un funerale.

Lastello rende noto che è Roma  la città in cui si registra la più alta percentuale di ricerca di preventivi online (il 19,4% delle ricerche, equivalente a quasi 9400 preventivi), seguita da Milano (17,7%, ovvero oltre 8400 preventivi) e al terzo posto, molto indietro, Napoli con il 4,4%, con poco più di 2100 preventivi.

lastello

In Sardegna il funerale costa caro

Le regioni dove organizzare un funerale costa di più? La Sardegna, con una spesa media di € 3148, l’Umbria con € 3113 ed il Friuli Venezia-Giulia con € 2770. Tra le più economiche, invece, la Toscana, la Liguria (€ 2334) e la nostra Campania, con 2351 euro.

lastello

Sepoltura tradizionale vs cremazione

Interessante, infine, anche il dato relativo al rapporto tra funerali tradizionali, scelti nel 75% dei casi (divisi tra tumulazione e sepoltura) e cremazione, preferita dal restante 25%.

lastello

 

Per saperne di più

APP ANDROID- https://play.google.com/store/apps/details?id=it.lastello.app

APP iOs- https://itunes.apple.com/it/app/lastello-it/id1438353821?mt=8

COME FUNZIONA LASTELLO- https://www.youtube.com/watch?v=JtxFX1t_zxQ

COME FUNZIONA L’APP- https://www.youtube.com/watch?v=UquSe-LTLZM

 

 

ilnapolista © riproduzione riservata