Torino-Napoli, solo due tiri in porta concessi dalla squadra di Ancelotti (uno è il rigore)

I miglioramenti difensivi del Napoli nelle cifre (grezze e avanzate) del match contro il Toro. Come giudicare i portieri azzurri?

Torino-Napoli, solo due tiri in porta concessi dalla squadra di Ancelotti (uno è il rigore)

Una statistica importante

La ricerca di equilibrio di Carlo Ancelotti e del suo Napoli è passata dal 4-4-2, e i risultati si vedono.  Nei numeri grezzi, un solo gol subito nelle ultime tre partite. Ma anche le statistiche avanzate sorridono alla trasformazione tattica voluta dal tecnico emiliano, che a Torino fa segnare un dato significativo: 2 tiri in porta concessi agli avversari. Uno di questi, ovviamente, è il rigore trasformato da Belotti.

Si tratta di una cifra importante, che dà la dimensione dei miglioramenti trovati dal Napoli. In realtà, è in perfetta continuità con la media delle prime tre giornate. Anche allora erano due a partita, solo che i gol subiti da Karnezis e Ospina erano 6 su altrettanti tentativi nello specchio. Analizzando meglio Torino-Napoli, si trovano 10 tentativi di tiro da parte della squadra granata. Di questi, 3 arrivano da fuori area e altri 4 sono stati ribattuti dalla difesa del Napoli. 

In redazione abbiamo scherzato sul giudizio del portiere: con questi numeri, come valutare prestazioni e qualità degli estremi difensori del Napoli? Contro la Fiorentina e a Belgrado, Karnezis e Ospina sono stati attenti nelle poche volte che sono stati chiamati in causa, oggi non c’è stata alcuna sollecitazione reale. Il rigore, ovviamente, non fa testo. Probabilmente, questa è una delle migliori notizie per Ancelotti. La sua rivoluzione difensiva sta funzionando, eccome.

ilnapolista © riproduzione riservata