Repubblica: Juventus-Napoli con tante combinazioni, big match senza più titolarissimi

La presentazione di Juventus-Napoli affidata a Maurizio Crosetti: «Da nessuna parte c’è una tale moltiplicazione del possibile per le due regine».

Repubblica: Juventus-Napoli con tante combinazioni, big match senza più titolarissimi
Photo Matteo Ciambelli

La presentazione

Maurizio Crosetti scrive di Juventus-Napoli su Repubblica, e sceglie il tema del turn over. O meglio: del migliaio di combinazioni possibili quando due allenatori abbracciano il concetto di turn-over, cancellando quello di squadra-tipo. Leggiamo: «Una tra le molte Juventus cerca di staccare uno tra i molti Napoli. Non ci sono più i titolari, figurarsi i titolarissimi: l’ultimo rimasto è anche l’ultimo arrivato, l’inevitabile Cristiano. Da nessuna parte in Europa, dunque al mondo, la moltiplicazione del possibile fa della prima e della seconda in classifica due mondi multipli, dove scegliere è la regola e l’esclusione non è una colpa».

I continui cambi di Allegri, oggi, sono i continui cambi di Ancelotti a Napoli. Secondo il giornalista di Repubblica Juventus-Napoli inizierà con Dybala e Mertens in panchina, ma ovviamente non è questo il punto. Il punto sta nel riferimento iniziale, per cui il cambiamento di uno più uomini non influenza il sistema. Anzi, lo rende vario e variabile. Leggiamo ancora: « Se Allegri di norma cambia molto, Ancelotti cambia moltissimo. All’ombra della più illusoria delle vittorie (Koulibaly, ma finì lì), il Napoli è già oltre il sarrismo. “Non sono venuto qui a pettinare le bambole, io voglio vincere”. La capolista cerca la settima vittoria di fila in quest’avvio, il record iniziale in campionato è della Roma di Garcia (10), poi c’è la Juve di Capello (9) che andò a fermarsi guarda caso contro Ancelotti che stava al Milan». Corsi e ricorsi, in un match senza certezze di formazione.

ilnapolista © riproduzione riservata