Marelli su Inter-Fiorentina: «Rigore giusto, mancano il rosso ad Asamoah e un penalty per Chiesa»

La moviola argomentata: giusto intervento dul Var sul braccio di Hugo, decisioni prese da Mazzoleni per gli episodi contestati dalla Fiorentina.

Marelli su Inter-Fiorentina: «Rigore giusto, mancano il rosso ad Asamoah e un penalty per Chiesa»

Buon utilizzo del Var

Inter-Fiorentina è stata una partita importante per cercare di capire, anzi di decodificare il “nuovo” utilizzo del Var. Ci sono stati alcuni casi controversi, come ad esempio il rigore del vantaggio concesso ai padroni di casa. Molte lamentele da parte della Fiorentina, alcune verificate altre no. La spiegazione degli episodi, al solito, arriva grazie al blog di Luca Marelli. Che parla così del fallo di mani commesso da Hugo e sanzionato da Mazzoleni, con il supporto del Var Irrati: «Un calcio di rigore né severo, né eccessivo. Semplicemente un rigore giusto».

Leggiamo perché: «Un difensore che si opponga con tale postura si assume il rischio di colpire il pallone e di veder punita l’inconferenza dinamica del movimento del braccio. Il braccio di Vitor Hugo è decisamente troppo largo per poter essere giustificato. Il tocco è indubbio e lo sarebbe anche se fosse stato con i soli polpastrelli».

Sull’intervento del Var: «L’episodio è del tutto sfuggito a Mazzoleni che, al limite, può aver avuto il dubbio sul tocco o meno». Quindi, ecco la casistica di “chiaro ed evidente errore” su cui il Var può entrare in causa. Inoltre, Marelli sottolinea anche un altro aspetto della faccenda: «Anche a me, in presa diretta, l’episodio era sfuggito. È stata la protesta (ad onor del vero molto civile) di Icardi e Candreva a mettermi “in allerta arancione”. Secondo il mio parere ieri sera abbiamo assistito ad una sorta di “challenge indiretto”, cioè una protesta di Icardi con la quale è stata destata l’attenzione del Var Irrati, che ha cercato immagini in più per valutare un’eventuale irregolarità del tutto sfuggita».

Il rosso ad Asamoah e il rigore non dato a Chiesa

Ci sono altri due episodi “gravi” secondo Marelli: il mancato secondo giallo ad Asamoah e un rigore non concesso a Chiesa. Nel primo caso, è sempre il giovane esterno della Fiorentina a subire il fallo del terzino ghanese, ammonito pochi minuti prima. Secondo l’ex arbitro, il tackle che vediamo sotto «è in netto ritardo, il mancato secondo giallo è ben più di una sbavatura».

Poi, come detto, il fallo di Politano su Chiesa, in area di rigore. Leggiamo: «Chiesa era già in caduta o, perlomeno, in scarso equilibrio?
Senza alcun dubbio ma ciò non conta nulla per giudicare il contrasto effettuato da Politano. Contrasto che è da considerare irregolare. E da punire con il penalty e il cartellino giallo. Il mancato intervento del Var? Semplicemente, su questa tipologia di contrasti, i Var non interverranno mai, sempre che (come ripeto ogni volta) non si decida di tornare indietro all’utilizzo della scorsa stagione. Non è certo un caso che Irrati non abbia consigliato la “on field review“: questa è la linea tenuta ai Mondiali e che stiamo vedendo in questo inizio di campionato, nel solco di un protocollo interpretato al fine di correggere solo “errori eclatanti”, come annunciato il 4 giugno scorso dal designatore Rizzoli».

Trovate qui l’articolo completo, che spiega anche altri episodi del match.

ilnapolista © riproduzione riservata