La Gazzetta: “Figuraccia Napoli, Ancelotti prema il tasto reset”

«Una simile batosta, se non viene gestita con saggezza, rischia di compromettere il delicato percorso tracciato in vista dell’esordio in campionato e poi in Champions»

La Gazzetta: “Figuraccia Napoli, Ancelotti prema il tasto reset”

Una pastiera male amalgamata

La Gazzetta analizza così la pesante sconfitta subita dal Napoli contro il Liverpool (5-0) ieri a Dublino.

Immancabile il paragone con la tradizione napoletana, in questo caso gastronomica:

I ragazzi di Ancelotti si sbriciolano come una pastiera male amalgamata e fanno davvero una figuraccia. Una simile batosta, se non viene gestita con saggezza, rischia di compromettere il delicato percorso tracciato in vista dell’esordio in campionato e poi in Champions League. Ancelotti, ingaggiato da De Laurentiis proprio per dare quello spessore internazionale a una squadra che finora aveva incantato soprattutto nel giardino di casa, dovrà schiacciare il tasto «reset», dimenticare in fretta la sconfitta e correggere altrettanto in fretta quei meccanismi che ancora non funzionano.

Prosegue Andrea Schianchi: “Se si vuole raggiungere un livello internazionale, ciò che è mancato al Napoli di Sarri, non si possono concedere a un avversario come il Liverpool tante occasioni da gol e, in particolare, non si può essere tanto distratti in fase difensiva”.

Dopo un passaggio su Karnezis, Milik, Koulibaly e Albiol, conclude così:

Ancelotti saprà come gestire il momentaccio ricordando che il proverbio recita: «Chi va piano, va sano e va lontano». A patto, ovviamente, che la lentezza non diventi immobilità.

ilnapolista © riproduzione riservata