Grassani: «La clausola di Sarri è scaduta. Può valere anche 150 milioni»

L’avvocato del Napoli a CalcioNapoli24Live: «Non è stato esonerato, è a disposizione del Napoli. La clausola è scaduta il 31 maggio»

Grassani: «La clausola di Sarri è scaduta. Può valere anche 150 milioni»

«È a disposizione del Napoli, non è un allenatore esonerato»

Nel mare magnum delle notizie sulla trattativa che dovrebbe portare Sarri al Chelsea, si sente anche una voce che possiamo considerare ufficiale del Napoli. È quella dell’avvocato Mattia Grassani sollecitato da CalcioNapoli24Live.

Grassani spiega che Sarri non dev’essere esonerato. E che, essendo cominciata una nuova stagione calcistica, il tesseramento del nuovo tecnico – in questo caso Ancelotti – automaticamente solleva l’altro (Sarri) dall’incarico. Aggiunge che il Napoli può riservarsi la scelta fino al 31 luglio. «Sarri è un allenatore a disposizione del Napoli, non esonerato».

Grassani prosegue e spiega che la clausola di Sarri scade ogni stagione il 31 maggio. E il 1° luglio si riattiva quella successiva (ovviamente fino a scadenza di contratto). Quindi oggi «il Napoli potrebbe chiedere anche 150 milioni per liberare Sarri. C’è bisogno di una trattativa, la clausola non vale più nulla».

Una dichiarazione che può anche essere interpretata come il segnale di una trattativa in corso tra i due club.

ilnapolista © riproduzione riservata