Conte licenziato dal Chelsea, ma non ci sono certezze sulla buonuscita

I giornali inglesi non hanno una versione certa e concorde in merito al licenziamento del tecnico salentino. Si parla di scontro sulla “liquidazione”.

Conte licenziato dal Chelsea, ma non ci sono certezze sulla buonuscita

Le indiscrezioni dei giornali

Allora, ricostruiamo il pomerigio: la notizia “calda” è quella del licenziamento di Antonio Conte, il Chelsea ha deciso di esonerare il tecnico dopo due stagioni e due successi (Premier League ed Fa Cup). Solo che in questo caso il termine “esonero” non è esatto, perché in Inghilterra questa istituzione non esiste. I manager dei club d’Oltremanica lavorano in un mercato aperto tutto l’anno, quindi il licenziamento prevede l’immediata risoluzione del contratto, non funziona come in Italia che restano a libro paga fino a scadenza anche senza guidare la squadra.

Secondo questo regolamento contrattuale, oggi Conte avrebbe rescisso il suo contratto con il club londinese, ovviamente dietro pagamento di una buonuscita. Questa versione non trova conferma sui giornali inglesi. O meglio: non c’è ancora certezza sull’accordo trovato (o non trovato) in merito a questa indennità di risoluzione. Che, di solito, corrisponde allo stipendio rimanente fino alla fine del contratto, oppure una parte di questa cifra (50%-70%).

Secondo il Guardian, «la terza stagione sportiva prevista dal’accordo rinnovato la scorsa estate permetterà a Conte di incassare altri 9 milioni di sterline. Resta da vedere se il Chelsea possa raggiungere un accordo differente per liberare il tecnico salentino». Si tratta di una versione della situazione riportata in Italia anche dal sito Calcio&Finanza, che parla addirittura di «scontro sulla buonuscita».

Diverso il racconto del Sun, che racconta le ultime ore di Conte a Cobham e l’uscita dal centro sportivo a bordo di un’automobile guidata da Carlo Cudicini, ex portiere dei Blues. Secondo il tabloid inglese, il Chelsea avrebbe acconsentito a versare tutti i 9 milioni di euro, anche se lo stesso club non ha voluto rilasciare commenti in merito. Ovviamente, seguiremo l’evoluzione della vicenda, in attesa dell’annuncio dell’assunzione di Sarri.

ilnapolista © riproduzione riservata