Il Mattino: Sarri ha l’accordo col Chelsea, ma non si spiega l’attendismo di Abramovich

Sarri avrebbe accettato un biennale da 10 milioni totali, ma il club non ha ancora licenziato Antonio Conte

Il Mattino: Sarri ha l’accordo col Chelsea, ma non si spiega l’attendismo di Abramovich

Il problema è Conte

Il Mattino fa il punto della situazione-Sarri, partendo da una spiegazione fondamentale: tra il Chelsea e l’ex tecnico del Napoli, l’intesa è totale. E si basa su un contratto biennale a circa 5 milioni di euro all’anno, più i bonus e i diritti di immagine.

Secondo il quotidiano partenopeo, il problema vero è rappresentato da Antonio Conte. O meglio: non c’è nessun altro intoppo nella trattativa, persino il rapporto Sarri-De Laurentiis sarà “sistemato” una volta firmato il contratto. Solo che questa firma è un’eventualità «per nulla scontata». Perché il club inglese ha già frenato diverse volte la corsa, spaventato dalla situazione contrattuale del suo attuale allenatore. Antonio Conte, appunto.

La posizione di Sarri

Leggiamo Il Mattino: «Il Chelsea esita a dare il benservito ad Antonio Conte e Sarri lascia intendere ai suoi fedelissimi che non è così convinto che lo farà. Perché quello che non si spiega l’allenatore toscano è perché questa lunga esitazione. Di fatto, Sarri è tornato a essere la prima scelta dei Blues dopo che per un momento pare fosse Laurent Blanc il prescelto. In caso di licenziamento a stagione iniziata dell’ex ct della Nazionale, in ogni caso, Sarri andrà a sedersi sulla panchina del Chelsea. Ma questo è un aspetto che lo turba: perché Sarri non si considera un tecnico bravo nel subentrare a stagione avviata. Ma tant’è: perché in giro non ci sta nulla. Dal primo luglio verrà ufficialmente esonerato dal Napoli e finirà in busta paga senza dover fare nulla. Nel frattempo, non è ancora diventato l’allenatore del Chelsea, ed anzi è un’ipotesi che si allontana sempre più».

Intanto, però, avrebbe fatto qualcosina: due telefonate, una a Reina e l’altra ad Albiol. La seconda sarebbe in funzione del mercato, perché in caso di matrimonio con il Chelsea la prima richiesta di Sarri ad Abramovich riguarderebbe la clausola del difensore spagnolo, 6 milioni di euro. A quel punto, sempre secondo Il Mattino, Raul accetterebbe la destinazione.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Per chi segue la premier è chiaro il perché dello stallo.
    La proprietà vuole far fuori Conte, ma i giocatori e gran parte dei tifosi sono tutti con lui.
    Ma secondo me è pure lui che se ne vuole andare. Conte lavora a un livello di tensione tale che nemmeno lui stesso riesce a reggere per molto tempo.

  2. Facciamo che il Napoli ha preso Ancelotti come allenatore? Facciamo che Sarri lo cassiamo dalla narrazione quotidiana?

Comments are closed.