Sarri: «Non meritavo di essere liquidato così dal Napoli»

Il Mattino ricostruisce la giornata del tecnico: «In tre anni ho mandato giù qualsiasi cosa». Ora teme di non essere liberato dal Napoli. In cinque mesi Ancelotti guadagnerà quanto lui in tre anni

Sarri: «Non meritavo di essere liquidato così dal Napoli»

Non sapeva nulla

Molto bella la ricostruzione del Mattino – a firma Pino Taormina – della giornata di Maurizio Sarri l’orami ex allenatore del Napoli. Sarri ha lasciato Napoli ed è tornato in Toscana.

«Non meritavo di venire liquidato guardando la tv, in tre anni ho mandato giù qualsiasi cosa», confida agli amici che sono lì, nel parco di Varcaturo.

Non sapeva neppure del tweet del Calcio Napoli. Nessuno lo ha avvisato di nulla. I rapporti sono scomparsi.

Nessuno gli ha anticipato quello che stava per accadere. Neppure il ds Giuntoli che martedì era a Bologna e non alla Filmauro. Un silenzio del Napoli che lo ha ferito. Come le cifre che ha letto guadagnerà il suo successore: in tre anni lui ha intascato quello che Re Carlo porterà a casa nei primi 5 mesi di Napoli.

Non c’era l’intenzione di trattenermi

Prosegue Il Mattino: “Sarri è deluso dal comportamento di alcuni suoi collaboratori di cui in ogni caso avrebbe chiesto l’allontanamento. E ne aveva anche parlato ufficialmente”. Si tratta di Calzona, Bonomi e Sinatti. I primi due resteranno sicuramente con Ancelotti. “Giura che con il presidente De Laurentiis, nella due giorni di quelle che definisce come «pseudo trattativa» non sono volate mai parole poco simpatiche. Anche se i punti di convergenza sono stati davvero pochi”.

A questo punto, fa intendere lui confidandosi con gli amici, è tutto chiaro: non c’era alcuna intenzione di trattenerlo. C’era solo l’attesa del momento giusto per liberarsi dell’allenatore toscano. «Ho capito tutto domenica sera».

Il timore di una vendetta

Resta da capire che cosa succederà adesso. Sarri si aspetta di essere esonerato e in quel caso accetterebbe la buonuscita di 500mila euro. Ma teme che il Napoli possa mettersi di traverso nelle prossime settimane. Anche perché è ovvio che da qui al 31 maggio nessuno pagherà la clausola di otto milioni di euro e De Laurentiis potrebbe decidere di liberarlo solo il primo luglio quando tutte le panchine saranno occupate. Nel Napoli, invece, sono convinti che già da due settimane Sarri sia in contatto con il Chelsea in attesa che si liberino di Conte.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Premetto che “amo” Sarri e sono triste perche` non sara` piu` il nostro allenatore. Sarri e` un genio, l’uomo con la tuta e la sigaretta. Genio e sregolatezza ma una sregolatezza solo nell’apparenza, perche` Sarri e` stato un Comandante di guerra per la nostra Bandiera. Pero` molto testardo, un testone di Comandante alla Generale Patton che voleva fare troppo di testa sua dimenticandosi chi e` il Padrone. Proprio per la sua testardaggine il Generale Patton fu fatto fuori dal Presidente USA. ADL a Gennaio ando` a far visita a Sarri, secondo voi solo per bere insieme a Sarri un buon Brunello? No, i confronti da uomo a uomo ci sono stati. Chissa` quante volte ADL avra` chiesto a Sarri di far giocare un po` di piu` Diawara, Rog e Ounas, lo stesso Zielinsky secondo me doveva giocare di piu`. Parliamoci chiaoi: Hamsik ha fatto pena quest’anno, e la voluta uscita dalle 3 Coppe (Tre!) a me personalmente non e` andata giu`, e` stata una decisione umiliante. E sono sicuro che anche a ADL non e` piaciuta molto l’idea di Sarri di uscire dalle Coppe. Sarri il Genio del Calcio che io ricordero` sempre e che “amo” non e` piu l’allenatore del Napoli perche` e` un Testone.

  2. Anche ad Empoli accadde la stessa identica situazione. Iniziò a lasciar trasparire qualcosa già da metà campionato, ma allora rispondeva semplicemente che non era una priorità del momento. Poi man mano che si avvicinava l’obbiettivo (salvezza) piano piano iniziava a propinare (gradualmente) discorsi del tipo “l’unico timore che ho è quello di sbagliare e di rovinare tutto e lasciare un brutto ricordo di me” (scudo protettivo)…. per poi arrivare sempre di più a sviare il discorso… Anche ad Empoli portò la cosa fino alla fine del campionato e anche dopo… con Corsi che provò in tutti i modi a trattenerlo, ma arrivò, inesorabile, la decisione di Sarri che poi era la stessa che aveva già preso a metà campionato.

    Sarri è così, prendere o lasciare.. E’ uno che si fa ben volere per il suo modo di fare e per il suo difendere a spada tratta squadra città e tifosi… ma non vi illudete che lo faccia per amore, o perché come ho sentito dire “napoli è speciale”…. scordatevelo… toglietevelo dalla testa.. lo fa per il PROPRIO bene, per la PROPRIA crescita professionale, per un PROPRIO tornaconto.

    E lasciatemelo dire, E’ giusto così.. il calcio è un business e lo è per i presidenti così come per gli allenatori che per i giocatori.

    Sarri è un programmatore maniacale..
    Avete presente come programma e prepara i movimenti, le palle inattive, gli schemi ?
    Allo stesso modo programma le sue dichiarazioni, le sue conferenze stampa ecc.
    in modo maniacale.

    i più svegli dovrebbero averlo capito già dall’esordio quando commentò le dichiarazioni di Maradona.

  3. Tra le garanzie richieste al Chelsea pare che la prima sia stata quella di portare la squadra in ritiro in un villaggio hamish,lontano dalle pressioni mediatiche e soprattutto dagli alberghi e dalle TV che prima gli hanno fatto perdere uno scudetto e adesso anche il posto di lavoro.

  4. Qualcosa non mi torna: se questa specie di esonero è arrivato letteralmente di sorpresa, allora perchè il contratto di affitto della sua abitazione l’aveva disdetto un mese e mezzo fa?
    Cercava qualcosa più vicino a Napoli centro, per caso?
    Andando a memoria, tutti i casi simili precedenti (Cavani, Higuain, Mazzarri, Benitez, Reina… mi pare anche Reja) portarono sempre ad un addio, più o meno annunciato, e deciso in primis dall’allenatore/calciatore di turno.
    Quindi boh, massimo rispetto per Sarri, gratitudine per quel che ha fatto e per quel che ha dato e gli auguro sentitamente di togliersi molte più soddisfazioni dei predecessori che dopo aver lasciato Napoli hanno fatto un passo avanti e tre indietro… però almeno l’aureola la lasciasse a San Gennaro, ed ammettesse che la decisione di andarsene l’aveva già presa e, forse, solo lo scudetto avrebbe cambiato qualcosa.

  5. Spesso ci si dimentica che Sarri aveva il contratto per altri due anni. Il Mister aveva firmato un mercato quinquennale tre anni fa, questo sarebbe stato il secondo rinnovo in tre anni. AdL avrebbe anche potuto rimanere fermo, poi se Sarri avesse esercitato il diritto di risoluzione attraverso al clausola, avrebbe potuto dire, il Mister ha scelto un altro team, come Higuain. Invece no. Ha minimizzato i rischi, da Natale ha offerto un rinnovo non dovuto, rinnovo che Sarri neanche ha discusso. Capisco anche la posizione del mister, il Chelsea è un traguardo per tutti, a maggior ragione per chi era sconosciuto ai più. Ciascuno ha agito pro domo sua. Io faccio il tifo per il Napoli, i mister cambiano, i presidenti restano, Io sto con AdL , faccio il tifo per il nostro mister e gli auguri all’ex mister. Auguri di cuore

  6. Vincenzo de Blasio 24 maggio 2018, 22:16

    Ne sapremo di più fra qualche giorno. Se Sarri si accorderà con gli inglesi allora anche lui, che a più riprese aveva rinviato il rinnovo, avrà il suo “Bello” scheletro nell’armadio da mostrare a tutti. In questi casi si declama il vecchio adagio: “Giorgio voleva andarsene e il Vescovo lo ha mandato via”.

  7. Giovanni Pantolese 24 maggio 2018, 17:51

    Caro Napolista,
    veramente trovi molto bella la ricostruzione della giornata di Sarri da parte del Mattino?
    Una ricostruzione fondata su presunte confidenze che Sarri avrebbe fatto agli amici nel parco di Varcaturo.
    Con tutto il rispetto per la professionalità di chi scrive sul Mattino perchè dovrei credere alle presunte confidenze fatte da Sarri a fantomatici amici del parco in cui vive ? Non potrebbe trattarsi di fake news come si di cui oggi ovvero di bufale ?
    Il giornalista in questione da chi ha avuto queste notizie e come ha provato, se lo ha fatto, a riscontarne al verità o per lo meno l’attendibilità ?
    Noto infine che il giornalista non ha adoperato il condizionale ( avrebbe detto, ) dando quindi per oro colato tutto quello che non so chi gli avrebbe rivelato.
    Penso che quanto detto sia sufficiente per giudicare tutt’altro che bello l’articolo in questione.

  8. Miguel Anglani 24 maggio 2018, 17:25

    Se tanto mi da tanto adesso prende pure qualcuno del barcellona..

  9. Manuel Fantoni 24 maggio 2018, 17:22

    Sono d’accordo sul fatto che la questione non è stata gestita bene da ambo le parti. Già a gennaio era chiaro che il Napoli sarebbe andato in Champions e ,di conseguenza, si poteva già pianificare qualcosa x l’immediato futuro avendo un tesoretto a disposizione x la campagna acquisti. Nessuno dei due,credo, avesse voglia di proseguire il rapporto…Dela sicuramente avrebbe preferito un terzo posto e una semifinale di Champions come ha fatto la roma piuttosto che giocarsi lo scudetto ( che non porta soldi) fino alla fine e uscire nei gironi. Sarri sapeva che migliorare il risultato di quest’anno sarebbe stato difficilissimo anche alla luce di qualche , possibile, cessione estiva e voleva un robusto adeguamento economico che desse merito al grande lavoro svolto. Probabilmente si è fatto fuorviare da qualche sirena estera che prometteva ponti d’oro e così ha tergiversato tra un messaggio d’amore ed un possibile addio. Non so ,sinceramente, se sia mai arrivata un’offerta importante dal presidente, ma di sicuro la fretta dimostrata nel prendere Ancelotti dopo soli 3 giorni dalla fine del campionato, dimostra inequivocabilmente che la permanenza di Sarri non fosse in cima alle sue preferenze. Probabilmente con un po’ di buonsenso da parte di tutti e due si sarebbe potuto evitare un epilogo amaro visto che Sarri ha sicuramente un merito importante nel record di punti e nel bel gioco della squadra, pur riconoscendogli limiti a livello di integralismo tattico e scarso pragmatismo. Adesso inizia una nuova era e speriamo che Ancelotti sia l’allenatore giusto per proseguire questo percorso di crescita

  10. In non credo alla versione che vuole Sarri come vittima.

    Il mio pensiero è che Sarri, fatti 91 punti senza vincere niente, sia arrivato alla stessa conclusione di Higuain dopo 37 gol, ovvero che qui non è possibile vincere, ma solo combattere i mulini a vento contro un sistema mafioso (da loro percepito, non sto dicendo che sia reale). Ma mentre la grandissima lota ha deciso di unirsi a quel sistema, Sarri probabilmente non vedeva l’ora di andarsene al Chelsea a giocarsela per davvero, come insegna Ranieri. Che poi magari non se lo prendono, beh questi sono fatti del suo agente. Quindi i sarristi devono rassegnarsi all’idea che questa storia era già finita da un pò, e che ADL non è un cretino di certo. Che potesse finire in maniera più elegante non ci sono dubbi, ma entrambi i personaggi non sono noti per la loro eleganza.

    Per quelli che invece invocano il romanticismo, il rispetto e la gratitudine verso Sarri, io dico che queste sono cose che toccano ai tifosi, non alla dirigenza (e poi il rispetto e la gratitudine verso Maggio dove le mettiamo?).

    Io faccio il programmatore, se anche lo facessi talmente bene da tenere la mia azienda nelle prime tre d’Italia ogni anno, sarei comunque poco professionale a lamentarmi in pubblico perché il capo non mi compra i computer migliori, mentre lascio prendere polvere a tutti quelli nuovi che mi vengono presi ogni anno. E sarebbe diritto del mio capo di rescindere il nostro rapporto lavorativo, dovessi continuare a lamentarmi. Funziona così nel mio campo, perché dovrebbe essere diverso dove girano molti milioni in più? Ergo, ADL è un cafone ma ha fatto bene a cambiare allenatore.

    Riguardo la dirigenza, alla quale alcuni attribuiscono la colpa di ‘non voler vincere’. Anche il Manchester United non vince, ma voi avete un’idea dei soldi che ci girano attorno? Io ho vissuto in Inghilterra e in Irlanda, nei negozi sportivi ordinano le maglie della Juve, del Milan, dell’Inter… mai vista una maglia del Napoli. Io penso che l’obiettivo di ADL sia quello, molto più che vincere trofei. E dal suo punto di vista non sarebbe sbagliato. Sarri ci ha fatto notare agli occhi del mondo anche più di quanto fatto da Benitez, in quel senso le ultime mosse sono le migliori che si potessero fare. Credo che quest’anno verranno alcuni giocatori dal nome importante. Poi probabilmente non vinceremo nulla uguale, ma ci saranno due bambini cinesi con la maglia del Napoli in più.

    Questo dove lascia me tifoso? A me importa poco di vincere, tanto non è che vinco niente io personalmente, io voglio vedere belle partite, a da quel punto di vista avere Sarri era quasi il top. Dico quasi perché Inter Juve l’abbiamo vista tutti, e quel ‘sistema’ di cui parlavo sopra io l’ho percepito eccome. E non posso stare a farmi il fegato grosso per il pallone (un abbraccio ai fratelli interisti). Quindi sono contento di Ancelotti e volesseiddio Pirlo, al Napoli serve più peso politico. Anche a scapito di una stagione meno brillante. Bicchiere mezzo pieno per me.

    • Hai centrato il punto. Interrogato sugli esiti del campionato, Sarri ha risposto: “Ho perso e mi tocca stare zitto. Se avessi vinto ti direi qualcosa in più”. Il senso è che partecipare al campionato italiano è come sedersi a un tavolo di Poker sapendo che c’è qualcuno che fa giochetti strani. Dopo è perfettamente inutile recriminare. Ha molto più senso cambiare tavolo o smettere del tutto.
      Io non so che Napoli sarà, ma vista la caratura del nuovo tecnico, spero che si guardi sempre di più all’Europa: vincere la Champions League è più facile che vincere lo scudetto. Non è eresia, è logica: “quasi impossibile” è più facile di “impossibile”. Ribadisco e sottolineo “impossibile” e secondo me non c’è neanche bisogno di guardare gli episodi e la media cartellini dei giocatori prima e dopo il passaggio alla Juventus per rendersene conto. A differenza, ad esempio, della pallavolo, il calcio è uno sport molto casuale, dove in una frazione di secondo o per un millimetro si decidono le sorti di una gara. Quindi avere uno squadrone non è affatto garanzia di vittoria. Ecco perché, secondo me, il dato dei 7 scudetti consecutivi è quello più importante per capire in che condizioni versa il calcio italiano.
      PS Che strano trovarti qui dai tempi in cui tutti mi chiamavano “nicchia”!

  11. Tutti i dovuti ringraziamenti al mister Sarri. Ma fuori dal campo già un anno fa di questi tempi parlava di volersi arricchire dopo il 5-0 al Torino. La voce di Sarri al Chelsea gira già da più tempo di quella (impensabile finanche ad un mese fa) di Ancelotti al Napoli.

    E prima rimanda perché deve parlare con la famiglia (Benitez 2.0?), poi perché deve capire se può far ancora felice i tifosi. Ed altre scuse per prendere tempo che al momento non ricordo. Ci avrebbe fatto felice anche lasciandoci tributare il giusto applauso al soldato Maggio, esempio di professionalità. Ci avrebbe fatto felice semplicemente con una decisione sicura, magari venendo incontro alle richieste del presidente e nostre, ovvero niente più figure di merda nelle coppe ed una visione meno rigida della rosa. Ci sono calciatori che noi non possiamo assolutamente giudicare, chi li ha mai visti?Difficile che un difensore centrale da 25 milioni non valga neanche 10 presenze in stagione e vada in Russia (ex-CCCP, volendo usare un termine caro a lui e a tanti nostalgici comunisti col Rolex o iPhone) in prestito.

  12. Ognuno ha le sue magagne. Perchè ? Maggio meritava di essere liquidato così dal suo allenatore ?? Senza neanche un minuto in campo nell’ultima sua giornata dopo 10 anni che aveva dato il massimo delle sue possibilità. Che si guardi la propria trave prima di guardare la pagliuzza degli altri.

  13. Silvietto Esposito 24 maggio 2018, 12:31

    Stavi tirando mediocramente la corda da un mese…Che ti aspettavi..

  14. Scusate, ma l’uso dei virgolettati è decisamente fuorviane. Non si possono usare su dei condizionali e parole riferite da terzi. Il virgolettato è solo per dichiarazioni fatte in prima persona. Dai, è giornalismo 1.0

  15. essere tifosi non vuol dire essere fessi..anche mia nonna ha capito che sarri vuole andare in premier per soldi e per soddisfazione personale..ha rimandato il rinnovo tante volte che anche la moglie gli ha detto “e mo’ basta”..l’invito la preghiera di restare per per ben due volte gli è stata recapita direttamente a casa dal suo datore di lavoro (non capita spesso) ma lui ha abbozzato ed ora sento parlare di “complotto” ai suoi danni..è stato bravo bravissimo ma non possiamo alzare altarini per tutti quelli che vanno via..siamo arrivati a rimpiangere strinic (sempre rotto) e quel tronco di zapata..godiamoci questi momenti di felicità (sportiva) perchè non saranno eterni!

  16. onofrio marino 24 maggio 2018, 12:17

    Sono molto stupito dell’articolo del “mattino”. Si può mai credere che il Sarri non fosse a conoscenza delle conseguenze che il suo comportamento avrebbe provocato. Il suo continuo tergiversare, grazie alle adulazioni di noi tifosi, ha provocato un certo risentimento nel DELA che si è visto relegare in un angolo da un suo dipendente. Siamo tutti d’accordo che è stato un fior di dipendente ma pur sempre uno stipendiato. Se poi, solo perchè lavori bene, puoi permetterti di tenere in scacco il tuo datore allora viviamo fuori dal mondo. Ci hai fatto divertire, ci hai deliziato con un gioco che probabilmente non vedremo più, ma è stata una tua scelta di non puntare su tutta la rosa ed hai dimostrato di non essere un buon motivatore quando ha i testualmente dichiarato che lo scudetto si è perso in albergo dopo i mis@fatti di Inter-juve. Un grande il giorno dopo avrebbe preso i suoi giocatori uno per uno e aizzati contro la Fiore per poter dimostrare che niente e nessuno ci doveva togliere quello che meritavamo. Si è perso un buon allenatore ma si è preso un ottimo comunicatore nonchè gestore di uomini.

  17. Non sono un fan del presidente, ma nemmeno mi sento di dargli la croce addosso. Amo Sarri e avrei voluto vederlo sulla panchina del Napoli per molti anni, ma se è vero che Dela è andato fino a Figline a portargli il regalo di compleanno ( e non credo sia andato solo per quello), se è vero che a pochi giorni dalla fine del campionato gli ha proposto un contratto da 3 milioni più bonus e senza clausola, mi chiedo perché Sarri abbia continuato a tentennare. Adesso però non faccia la vittima (sempre che la ricostruzione del Mattino corrisponde a verità), Vada pure per la sua strada, che noi tutti gli auguriamo sinceramente piena di successi e noi andremo per la nostra sperando che sia altrettanto gloriosa. FNS

  18. Ho la sensazione che stavolta Sarri abbia gestito davvero male questa situazione, probabilmente forte delle offerte che comunque non gli mancavano ha tirato troppo la corda, non tanto dal punto di vista economico (credo che non ci fosse tutta questa distanza tra quello che chiedeva e quanto gli veniva offerto), ma quanto dal punto di vista della trattativa, quando il coltello dalla parte del manico ce l’aveva il suo presidente e non lui. Ed è un peccato perché io continuo a preferire lui ad Ancelotti, ma se proprio dovevamo piangere la sua partenza, Ancelotti è una buona consolazione. Del resto se sono vere tutte le ricostruzioni fatte, De Laurentis si è fiondato su Ancellotti solo quando i segnali di Sarri sulla permanenza sono diventati abbastanza contraddittori. Eppoi qualche integralismo eccessivo c’è stato anche da parte sua, non far giocare neppure un minuto un monumento come Maggio nell’ultima partita di campionato non ha fatto piacere a tanti tifosi (e io sono tra questi). Insomma un addio che meritava una conclusione più degna, ma Sarri non è esente da responsabilità.

    • Sono un paio d’anni che leggo Il Napolista, e ho solo letto commenti impietosi (che e’ dire poco) su Maggio (non abbiamo un terzino di riseva valido, e’ vecchio, e’ scoppiato, che se ne vada etc etc etc) ed ora tutti li’a belare ” non ha fato giocare Maggio””.. Eddai…. Maggio lo ha fatto confermare come seconda scelta il Signor Sarri.

    • Francesco Sisto 24 maggio 2018, 12:31

      Quoto tutto.

    • Il coltello dalla parte del manico ce l’aveva ADL? Io domenica ho visto uno stadio intero inneggiare Sarri. Ho visto una squadra vincere sul campo dominando. Il manico siamo noi, caro Oscar Rafone. Se abbiamo deciso di girare la schiena all’allenatore cui giuravamo eterno amore, non credo sia colpa di Sarri che si é sempre comportato in maniera più che corretta. Il comportamento di ADL é stato a dir poco odioso. Per quanto mi riguarda il Napoli ha perso un tifoso. Se molti juventini hanno smesso di tifare la loro squadra di fronte a Calciopoli non vedo perché io dovrei provare ancora simpatia verso una società che ha ucciso il sarrismo. Forse Sarri approderà in altri lidi, ma non sarà più la stessa cosa. Sicuramente l’Italia ha perso l’unica esperienza capace di rinnovare il calcio italiano. Ma noi siamo fatti così: celebriamo Allegri e festeggiamo il ritorno di Ancelotti, allenatore che ha già dato tutto quello che aveva da dare al mondo del pallone e che adesso viene a godersi un meritato riposo a Posillipo. Nel frattempo la serie A é riuscita a disfarsi di Sarri, così come fece di tutto per disfarsi di Maradona. Con la differenza che Diego qualche errore lo fece, prestando il fianco a chi non lo voleva più in Italia. Contro di Sarri la miglior macchina del fango. Lo si colpevolizza per presunti contatti con il Chelsea quando da mesi la SSCN tramava per metterlo alla porta. Per dargli il benservito. In questo articolo si dice che Ancelotti in 5 mesi guadagnerà come Sarri. Se a gennaio siamo 10º in campionato e fuori dai gironi champions con Ancelotti esonerato, mister palmares avrà comunque guadagnato dall’esperienza napoletana più di Sarri. Ma noi ci scandalizziamo per le parole “voglio arricchirmi” di un uomo onesto, coerente, e dedito al lavoro. Qualcuno ancora non ha capito perché l’Italia non va ai mondiali. Con Orsato a Milano abbiamo toccato il fondo, con la defenestrazione di Sarri abbiamo cominciato a scavare. Non in mio nome. LA SSCN é morta ieri per me. Non tiferò più per questi colori.

      • Raffaele Sannino 24 maggio 2018, 18:45

        Uno di meno.Guarda Sarri al Chelsea davanti alla tv, finchè dura,poi dovrai cominciare a seguirlo sui polverosi campi di provincia nelle serie minori.

      • gran bel film..ottima sceneggiatura.

      • Il gioco di Sarri mi ha deliziato come mai era accaduto dai tempi di Maradona. E Sarri senza ombra di dubbio è stato l’allenatore che è entrato più in sintonia con Napoli e i napoletani. E io come ho già detto, mi sento orfano di Sarri, altro che girare la schiena. Però negare che le dichiarazioni di Sarri lasciavano presagire più un addio che una conferma mi sa tanto di chi è accecato dall’amore.

  19. Noi non conosciamo veramente le “trame” ma solo cio’ che ci viene descritto.Detto questo il comun denominatore di tutte le vicende allenatore/giocatore-Presidente e’ sempre una questione di mancanza di stile con spruzzatine di ripicca e risentimento.

  20. Ora Sarri,
    non dire hai appreso tutto dalla Tv ed è brutto. Tu l’hai voluto, ADL
    ti ha chiamato e ti ha aspettato, ma hai tirato troppo la corda e si è
    spezzata quando lui te lo aveva avvisato. Ora buona fortuna Mister,
    spero trovi una grande squadra, più grande del Napoli, altrimenti sarà
    dura con un altro …Empoli.

    Non credo ad una parola della ricostruzione de Il Mattino come se stesse, come suol dirsi jamm a fatica assieme sappiamo tutto.

    • Bravo Nunzio. La tua morale é la stessa di quelli juventini che di fronte ad Orsato si girano dall’altra parte. Diamo la colpa alla vittima per lavarci la coscienza. Ha tirato troppo la corda? Non é ancora passata una settimana da quando il San Paolo ha acclamato Sarri. Il tradimento é qualcosa di osceno. ADL aveva deciso di far fuori Sarri da mesi. Ma come ci tiene ai soldi, sperava di ottenere la clausula. Ma Sarri non era convinto di partire, anzi. Sarebbe restato volentieri alle dovute condizioni. Se tirava la corda era solo per noi, per amore di questo pubblico. Voleva precise garanzie per il prossimo mercato. Voleva i lavori a Castelvolturno che ironicamente sono cominciati oggi. Non credi ad una parola perché la tua coscienza vuola rimanere intonsa. Ma non lo e´. Fai lo smaliziato esattamente come quagli juventini che non credono a calciopoli nonostante ore e ore di intercettazioni.

      • Bravo carcadee come dici. Accusami di tutto ma non paragonarmi ai RUBENTINI è troppo per me un onta offensiva come i non colorati non ha eguali di tali offese al mondo.

      • Antonio Chiacchio 24 maggio 2018, 22:34

        ma perdonami, ma perché sei così sicuro?

  21. dino ricciardi 24 maggio 2018, 10:51

    Ne sono convinto che sia andata cosi .
    Non gli è stato proposto nessun aumento di contratto ne tantomeno certezze sulla rosa che avrebbe allenato.
    Adesso per i giocatori che chiede Ancelotti i soldi ci sono?
    Dai nomi dei giornali sono tutti giocatori ultratrentenni e con stipendi alti,nettamente fuori della filosofia di ADL.

  22. Scirocco Notturno 24 maggio 2018, 10:12

    Beh che io ricordi, a Sarri è stato chiesto da oltre 1 mese quali programmi aveva.
    Adesso è presto, pensiamo alle partite, adesso ho fame e direi di no, adesso il campionato è finito ma un po di recupero si può avere…
    Stare con 2 piedi in una scarpa può portare a questo. A noi tifosi dispiace, ma più di pregarlo che si poteva fare?
    D’altra parte una società deve anche programmare, e se non ha certezze non può farlo.

    • Deciderò dopo Crotone…..anche questo. Due piedi in una scarpa.

      • Due piedi in una scarpa? Lui doveva accettare tutte le condizioni di ADL

        per amore del popolo napoletano? Quello stesso popolo che sta già acclamando mister palmares? Ti senti più trnaquillo con la tua coscienza tu che domenica in curva gridavi “Mister Sarri resta con noi” e martedì ti esaltavi per il possibile arrivo di Ancelotti? Io non volgio vincere a qualsiasi prezzo, questo é quello che mi differenzia dagli juventini.

        • Uguale uguale vero come dici tu. Ma ti sei domandato che SARRI è voluto scappare? almeno questo me lo concedi’? su dai Carcadee.

        • Scirocco Notturno 25 maggio 2018, 16:02

          carcadee, lui ha avuto tutte le possibilità del mondo. Nessuno gli ha precluso nulla. Specialmente in quanto idolo della tifoseria.
          Se solo avesse detto “Ragazzi (tifosi), non me la sento di restare qui perchè pappò non vuole cacciare i soldi, o perchè pappò non mi vuole, o perchè pappò mi sta antipatico”, avrebbe fatto la figura del Santo e ADL quello dello spilorcio o dell’uomo di m.
          Ma semplicemente ha fatto l’evasivo, non ha avuto le palle di esplicitare i suoi motivi, giusti o sbagliati. E questo ha consentito ad ADL di fare la mossa per primo, facendogli fare una figura di mmm.
          Se fossi io nei panni di DeLa, visto che sono quello che ti pago, visto che ti sei fatto un nome utilizzando i miei beni (giocatori), e visto che ti ho sempre rispettato e fatto rispettare, adesso ti terrei bloccato fino a fine contratto.
          Ma si sa, io sono un po integralista.

      • Mascalzone latino 24 maggio 2018, 13:21

        Non avere deciso fino all’ultima di campionato e anche oltre, è già una decisione presa. Se mancano entusiasmo e stimoli meglio lasciar perdere.
        Buona fortuna Mister e grazie per questi tre anni indimenticabili

  23. Fortunato Masucci 24 maggio 2018, 9:15

    La maggior parte degli addii nel calcio Napoli hanno l’aspetto di tradimenti, di oscure trame e storie di cappa e spada e il minimo comun denominatore di tutto questo si chiama De Laurentis. Io non gioisco affatto per l’arrivo di Ancelotti che nel Bayern fu cacciato letteralmente perché non allenava i giocatori. Il problema di Sarri poi è stato comportamentale, è stato davvero ingenuo a pensare di trattare con Dela, e quelle comportamentali sono le sue uniche debolezze anche come allenatore, che io avrei comunque tenuto alla Ferguson, perché quello che abbiamo visto in termini di bellezza del calcio, non lo rivedremo più, anche se dovessimo vincere qualcosa. Sarri era più di un allenatore, era il simbolo di un’idea per i napoletani e difficilmente verrà dimenticato.

    • Ancelotti è stato cacciato una volta, Sarri quante?
      Se mai fossero vere le parole di Sarri, sicuramente poteva essere avvisato della cosa per educazione e rispetto, così come Sarri per educazione e rispetto verso la società e i tifosi poteva dire che stava aspettando una risposta da Chelsea e Zenit. Sarò sempre grato a Sarri per quello che ha mostrato in campo, ma fuori mi ha dato l`impressione di essere un buon paraculo o magari si è lasciato guidare troppo dall’agente

    • Totalmente d’accordo! Averei voluto che fosse stato lui il nostro Ferguson, non solo per il gioco che aveva dato al Napoli. Di certo non lo dimenticherò mai.

  24. Gennaro Russo 24 maggio 2018, 9:07

    Brutta storia davvero, e ancor piu’ brutta conclusione. Se è cosi’ come si scrive in questo articolo, beh, una telefonata di commiato a Sarri da parte del Patron, poteva essere fatta.

    • Solo una telefonata? Il rispetto sarebbe stato di comunicare l’arrivo di Ancelotti prima di domenica per permettere a Sarri di dare addio al suo pubblico in CS del dopo Crotone. E di esonerarlo prima della firma di Ancelotti per permettergli di trovare una nuova squadra. Questo sarebbe il minimo che dovrebbe fare una società nei confronti di un dipendete che non solo ha sempre dato il massimo ma con risultati stupefacenti.

  25. giancarlo percuoco 24 maggio 2018, 9:06

    caro Maurizio ti hanno teso un agguato. mentre tu restavi in attesa fiducioso, ti tramavano alle spalle. e il povero Giuntoli che doveva fare, tornarsene a Carpi? si è stato zitto.

    • che bel film..netfix?

    • Ja pietà… Da Gennaio il presidente lo cercava e lui nicchiava alla ricerca di altri lidi… Per favore.

      • Lo cercava per fare cosa? Contratto fino al 2020 ce l’aveva. Sarri giustamente aspettava il finale di stagione…

    • La cosa che fa più male é che il non mercato di gennaio é stato attribuito a Sarri perché quest’ultimo ci ha messo la faccia per difendere Giuntoli. E questo per ringraziamento lo ha tradito senza pensarci due volte. Se Sarri avesse saputo che stavano per farlo fuori e prendere Ancelotti, non avrebbe dubitato se restare o partire, visto che non dipendeva più da lui. Adesso ´é rimasto con il cerino in mano tra gli sberleffi di quegli stessi tifosi che meno di una settimana fa lo acclamavano come un profeta.

      • giancarlo percuoco 24 maggio 2018, 17:47

        un pochetto del suo ce l’ha messo. se non altro l’ingenuità.

      • Antonio Chiacchio 24 maggio 2018, 22:18

        onore a sarri, ma io resto con la convinzione che il buon maurizio sarebbe scappato appena avutone la possibilità….. dela ha cercato ancelotti quando ha “annusato” la exit strategy del nostro guru…

      • Il Napoli ha trattato 3 giocatori (e mezzo) a Gennaio; uno non è venuto perchè, letteralmente, non ce l’hanno voluto vendere nonostante un’ipervalutazione (Politano), due non sono voluti venire per Sarri (Inglese e Verdi) perchè quando Sarri ti fa capire che ti considera un’alternativa, l’antifona è “giocherai solo se uno dei titolari si infortuna”.

  26. Guglielmo Occam 24 maggio 2018, 8:52

    Nemmeno Maggio meritava di essere trattato cosi’

  27. Alfonso De Vito 24 maggio 2018, 8:09

    Se è vera la ricostruzione di Taormina devo dire che io la penso come il Mister: De Laurentis non ha voluto veramente trattenerlo, almeno da quando nelle ultime settimane aveva probabilmente in tasca l’accordo con Ancelotti e passava le indiscrezioni ad Alvino per tastare le reazioni pubbliche. E ha fatto qualche passo solo perchè costretto dalla piazza .

    • Sarri a Gennaio, quando Ancelotti lo leggevamo nei libri di storia, avrebbe potuto dire si resto. Ripartiamo insieme su solide basi. Ma a Gennaio era impegnato a cercare squadre altrove. Adesso non versi lacrime di coccodrillo.

      • Mi pare che ADL sia stato anche a casa sua per il compleanno. Non mi pare l’atteggiamento di uno che vuole licenziarlo.

        AdL l’aveva anche detto che era disposto a spendere. Ora vediamo che succede.

      • Si era montato la testa forte dell’affetto del pubblico ma in queste situazioni Delaurentiis e’ imbattibile.

      • Si lo poteva pure dire a settembre o, perche’ no, ad aprile dell’anno scorso.

        • Sarri non voleva rimanere. Avesse voluto si sarebbe chiuso in fretta. Ma era lui che voleva chiudere questa storia.

      • Antonio Chiacchio 24 maggio 2018, 22:21

        mi duole ammetterlo, ma sono d’accordo con te.

    • Antonio Chiacchio 24 maggio 2018, 22:21

      accidenti signori, ma de laurentiis sbaglia sempre? e che diavolerie sono! in fin dei conti è lui che ci sta regalando emozioni da qualche anno..

  28. Mister, ho sognato un Napoli con te in panchina per anni, allenando e con qualche scontro con AdL, un miglioramento progressivo fatto anche di cessioni e di giovani che si affermano. Chi meglio di te. Le vittorie? Nessuna ansia. Domenica scorsa lo stadio lo ha dimostrato cantando per due ore.

    La domanda è: perché non hai accettato di rimanere? Bastava dire si.

    • Dietro chi rifiuta c’è un’altro che prende.

    • Ma tu sei sicuro di come e’ andata veramente? Io sono complottista per natura e non mi fermo mai alla prima versione dei fatti… e ho quasi sempre ragione.
      Per es. abbiamo la versione della proprieta’…vorrei sapere anche la versione del dipendente.

      • Sarri ha parlato pubblicamente di trattativa per il rinnovo con il presidente disposto a riconoscere stipendio più alto.

    • sacrosanto!

    • Si a quali condizioni? A scatola chiusa? Tu lo faresti? Firmeresti un contratto in bianco con ADL?

      • per 4milioni io avrei detto si..anche per 1,6milioni

      • Sarebbe una questione di scelte. Si tratterebbe di sposare la causa del Napoli, della società, compresi gli scontri con AdL. Sarri e solo Sarri come Ferguson.

  29. antonio romano 24 maggio 2018, 7:49

    Spero solo di trovarcelo contro in europa e non in italia.Comunque GRAZIE COMANDANTE

    • Cosi passiamo il turno….

      • Giulio Valerio Maggioriano 24 maggio 2018, 13:11

        …contro le riserve del Chelsea

      • Raffaele Sannino 24 maggio 2018, 16:31

        La vedo difficile,il Chelsea e lo zenith non saranno in Champions,dovremmo retrocedere noi.Ma quest’anno non averrà,tutte le forze saranno concentrate sugli impegni di metà settimana.

        • Era una battuta. Effettivamente non ci avevo pensato. Credo che le forse saranno equamente distribuite per i vari impegni. Ancelotti gioca su tutti i fronti.

    • Juve o Milan

  30. Solita ricostruzione presunta, o meglio, inventata del Mattino, come se chi scrive (maluccio) il pezzo fosse stato lì di fianco a Sarri mentre si confidava con moglie e amici. “Giornalismo” ridicolo, ormai, quello sportivo.

  31. Domenico Cerbone 24 maggio 2018, 12:10

    vabbè mi sembra logico che lo stipendio di un allenatore provniente dall’Empoli sia “leggermente diverso da quello di un allenatore che ha vinto “qualcosina” in più …

Comments are closed.