Ancelotti: «De Laurentiis è un presidente molto diverso da come è descritto»

Franco Ordine sul Giornale ne traccia un bel profilo. I due si conoscono dal 2013. La bugia ai nipoti e il possibile arrivo a Napoli anche di Pirlo a fargli da vice

Ancelotti: «De Laurentiis è un presidente molto diverso da come è descritto»

Pirlo potrebbe fargli da vice

Un bell’articolo, diverso, è quello di Franco Ordine sul Giornale. Un articolo che ha un incipit d’altri tempi, letterario, come non se ne leggono più.

Ai bambini bisognerebbe raccontare sempre la verità. «Non dovrai diventare tifoso del Napoli» ha spiegato Carlo Ancelotti ieri mattina a suo nipote, il primogenito di Katia, sua figlia, residente a Milano dove è arrivato dal Canada per partecipare alla serata dedicata a Pirlo. E invece nel pomeriggio, all’improvviso, ha preso il volo per Roma, è sbarcato a Fiumicino per incontrare Aurelio De Laurentiis

Ordine scrive che la conoscenza tra i due risale a cinque anni fa, alla trattativa tra il Napoli e il Psg per la cessione di Cavani. Allora Ancelotti allenava il Psg prima “del traumatico addio avvenuto nell’estate, gli subentrò Blanc”.

«È un presidente molto diverso da come è descritto» è il giudizio privato che Ancelotti ha sempre dato. Non deve neanche meravigliare la scelta di ascoltare i piani del futuro Napoli e le proposte del suo presidente.

Ordine ricorda che Ancelotti stava aspettando anche l’Arsenal che però proprio l’altra sera ha scelto Emery. Si sofferma sull’essere anti-juventino di Ancelotti e che Pirlo potrebbe seguirlo a Napoli.

Nelle prossime settimane, Ancelotti ha in programma un viaggio in Cina e farà da commentatore ai Mondiale per una tv messicana.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Poiché non posso credere che Ancelotti venga a Napoli se il Napoli ha veramente intenzione di smobilitare e vendere mezza squadra, mi chiedo quale é il vero motivo per cui Sarri ha scelto di non restare.

    Probabilmente non andava particolarmente d’accordo con il Presidente, ma un po’ di sana ipocrisia – quella su cui si basa buona parte di rapporti professionali di successo.. – non poteva bastare?

    Ovviamente, forza Napoli sempre e benvenuto ad Ancelotti. Magari vinciamo qualcosa, ma mi resterá per sempre il dubbio: cosa sarebbe riuscito a fare il Napoli di Sarri con un paio di innesti giusti?

    Mi auguro soltanto che con il nuovo allenatore finisca questa ridicola situazione in cui ridicoli giocatori (Younes, Verdi….) rifiutano il Napoli…. siamo secondi, in Champions per il terzo anno di fila.

    PS: Benzema? spero (credo) sia uno scherzo…. se invece dovessimo comprare Vidal con i soldi di Jorginho, why not?

  2. Visto cosa è successo con Verdi e altri, aspetterei a cantare vittoria: il Napoli è un po’ come la Fiorentina decenni fa, la regina del mancato. Riassumendo, dovesse davvero arrivare Ancelotti, ADL ha smentito tutti e ha compiuto un vero capolavoro, soprattutto di rapidità e tempestività. E in 4 e 4 otto ha imbavagliato Sarri e gli ha dato scacco matto. Sarri ha pagato le sue esitazioni e soprattutto, orgoglioso, fosse rimasto non poteva rimangiarsi la sua idea di avere solo titolarissimi e di schierare sempre quelli; né avrebbe allargato la rosa e adottato la politica del ricambio e dell’alternanza. Quanto ad Ancelotti, ecco una lista di pro e contra. Contra: non va taciuto che è un allenatore ormai un po’ vecchio, che ha vinto tantissimo sì, ma è anche stato esonerato in modo cocente più volte. Se non lo hanno voluto all’Arsenal una ragione ci deve essere. Gioca forse un calcio un po’ sorpassato, in ogni caso non un calcio spumeggiante e che entusiasma. Punto secondo: adotterà il modulo Sarri? Se lo cambia non so quali sarebbero i risultati. Si troverà inoltre a gestire una rosa non di qualità stratosferica, insomma più o meno i soliti che aveva Sarri con qualche innesto ininfluente. Il Napoli per motivi economici non potrà avere neanche l’anno prossimo una seconda o anche terza squadra di giocatori tutti intercambiabili come la Juve, cosa necessaria per arrivare a posto al rush finale. Pro: Ancelotti è finalmente un allenatore presentabile, che veste in giacca e cravatta, è sempre sbarbato e sa parlare anche parecchie lingue. Sarri sotto questo aspetto è un provinciale e dà una cattiva immagine di trasandatezza. Inoltre, e non è poco, Ancelotti è un allenatore assolutamente internazionale, laddove in questo Sarri è un pivello.

    • giancarlo percuoco 23 maggio 2018, 14:46

      io penso che sia stato preso proprio perché allenatore internazionale.

  3. Ma non è vero, papone è proprio come appare, cioè bellissimo.

  4. Matteo Guarro 23 maggio 2018, 10:28

    e adesso tutti muti sarristi e papponisti il presidente esonera il vostro santone e lo paga per non fare niente alla faccia di chi lo chiama pappone .tutti zitti arriva ancelotti e il suo napoli non é vostro

  5. Buongiorno,

    Potrebbe essere interpretato come il momento della “svolta”?Ancelotti porterebbe solo nomi di rilievo.Ma ho difficolta’ a credere a nomi come Vidal e Benzema

  6. Viene al Napoli l’allenatore più titolato al mondo, ha vinto in Italia,
    Francia, Germania, Inghilterra, Spagna, in pratica ovunque.
    Considerato
    che Sarri non aveva più motivazioni per restare, e che con il nuovo
    tecnico si apre un ciclo nuovo é giusto cambiare anche alcuni giocatori
    in virtú del fatto che il nuovo allenatore ha un altro modo di allenare e
    giocare.

    L’inter del triplete avendo trattenuto tutti i
    giocatori per riconoscenza intraprese il lento declino, questo il Napoli
    non puó permetterselo pertanto é giusto che chi non é motivato se ne
    vada , i soldi verranno in quanto il napoli ha le clausole e non
    svenderá nessuno.
    Grazie Sarri e grazie Hamsik (per me resta lo convince Ancelotti) ma se non siete piú convinti e motivati é meglio che andiate.
    Poi
    viene Ancelotti e fa un flop totale, ma non conta nulla, conta che non
    HA PRESO GIAMPAOLO O DE ZERBI ma il meglio del meglio pertanto ad ADL
    stavolta , se veramente arriva Carletto non possiamo dirgli nulla.
    Chiosa
    su Sarri: siccome nessuno paga la clausola e come disse lui “non ho i
    soldi per pagarla io”, si dovrá accontetare dello Zenit.. amen

Comments are closed.