Ancelotti: «De Laurentiis è un presidente molto diverso da come è descritto»

Franco Ordine sul Giornale ne traccia un bel profilo. I due si conoscono dal 2013. La bugia ai nipoti e il possibile arrivo a Napoli anche di Pirlo a fargli da vice

Ancelotti: «De Laurentiis è un presidente molto diverso da come è descritto»

Pirlo potrebbe fargli da vice

Un bell’articolo, diverso, è quello di Franco Ordine sul Giornale. Un articolo che ha un incipit d’altri tempi, letterario, come non se ne leggono più.

Ai bambini bisognerebbe raccontare sempre la verità. «Non dovrai diventare tifoso del Napoli» ha spiegato Carlo Ancelotti ieri mattina a suo nipote, il primogenito di Katia, sua figlia, residente a Milano dove è arrivato dal Canada per partecipare alla serata dedicata a Pirlo. E invece nel pomeriggio, all’improvviso, ha preso il volo per Roma, è sbarcato a Fiumicino per incontrare Aurelio De Laurentiis

Ordine scrive che la conoscenza tra i due risale a cinque anni fa, alla trattativa tra il Napoli e il Psg per la cessione di Cavani. Allora Ancelotti allenava il Psg prima “del traumatico addio avvenuto nell’estate, gli subentrò Blanc”.

«È un presidente molto diverso da come è descritto» è il giudizio privato che Ancelotti ha sempre dato. Non deve neanche meravigliare la scelta di ascoltare i piani del futuro Napoli e le proposte del suo presidente.

Ordine ricorda che Ancelotti stava aspettando anche l’Arsenal che però proprio l’altra sera ha scelto Emery. Si sofferma sull’essere anti-juventino di Ancelotti e che Pirlo potrebbe seguirlo a Napoli.

Nelle prossime settimane, Ancelotti ha in programma un viaggio in Cina e farà da commentatore ai Mondiale per una tv messicana.

ilnapolista © riproduzione riservata