Sconcerti: «La Roma ha travolto il Barcellona e scosso il calcio italiano»

«Questa partita è di Di Francesco che ha avuto una visione irreale della gara ed è stato seguito nel sogno da tutti i suoi giocatori»

Sconcerti: «La Roma ha travolto il Barcellona e scosso il calcio italiano»

Un capolavoro atletico, tattico, nervoso

Anche il Corriere della Sera dedica ampio spazio all’impresa della Roma. Ecco stralci del commento di Mario Sconcerti:

La Roma ha dimostrato che è semplice: basta correre per tutta la partita, marcare a uomo pressandolo nei suoi metri, giocare in profondità di prima, là dove i difensori sono abituati al tempo quasi impossibile, ma la Roma lo ha fatto, ha ridotto il Barcellona a una squadra meno che normale, che ha tirato una sola volta e da fuori area.

“Questa partita è solo della Roma, solo di Di Francesco che ha avuto una visione irreale della gara ed è stato seguito nel sogno da tutti i suoi giocatori. La decisione fondamentale è stata scegliere di marcare a uomo in difesa, anche qualcosa in meno.

Non c’è stata tattica, solo un corpo a corpo continuo che ha prima sorpreso il Barcellona, abituato a se stesso, alla sua compostezza lenta, e poi rapidamente lo ha travolto. Un vero capolavoro atletico, tattico, nervoso. Una continuità di sforzo ormai quasi impossibile da vedere in un calcio insistente come quello attuale.

Non so se la Roma abbia tracciato una linea anche per la Juve, sono comunque partite uniche. Però ha scosso dopo tanto tempo l’intero calcio italiano dalle fondamenta. C’è qualcosa di impossibile che è stato cancellato. Credo che la Roma sia più adatta della Juve al torneo breve, ne abbiamo parlato altre volte. La Juve è potente, meno agile. Forse anche meno portata a un calcio totale come questa eccezionale unicità della Roma, ma ha solisti che possono inventare di più. E comunque adesso almeno un sentiero, una speranza, è stata tracciata. Non siamo gli ultimi. E c’è ancora tempo per pensare di arrivare primi”.

ilnapolista © riproduzione riservata