Sconcerti: «Il primato della Juve è legittimo, Napoli stanco e sfortunato»

L’editoriale di Mario Sconcerti sul Corriere della Sera: «La squadra di Sarri piega le ginocchia a un chilometro dall’arrivo. Non ha torto, ma a vincere cominciano gli altri».

Sconcerti: «Il primato della Juve è legittimo, Napoli stanco e sfortunato»
Foto Ssc Napoli

L’editoriale sul Corsera

Mario Sconcerti racconta la giornata 30, sulle colonne del Corriere della Sera: «Ora è un’intera fase del campionato a segnare la diversità tra Juventus e Napoli, i bianconeri hanno preso cinque punti alla squadra di Sarri. Ieri, per un’ora, il Milan è stato all’altezza. Ma la Juventus è davvero poco prevedibile, nonostante una qualità del gioco non all’altezza dei risultati. La squadra di Allegri è stata insistente, soprattutto nel secondo tempo, il Milan l’ha messa in difficoltà con il suo possesso palla costruttivo. Ma se i risultati sono sempre a favore, vuol dire che il merito è evidente».

In riferimento al Napoli, questo è il commento di Sconcerti: «Rispetto alla squadra di Sarri, la Juventus si basta. Ha tante soluzioni in più per poter vincere una partita. Adesso c’è una differenza aritmetica che si aggiunge a una differenza tecnica, in queste trenta giornate sono accadute tante cose, il campionato dice che il primato è ormai più che legittimo. E il vantaggio di oggi è diverso rispetto a quello di due giornate fa. Anche perché il Napoli è stanco e sfortunato. Chi piega le ginocchia a un chilometro dall’arrivo non ha mai torto, è solo sfinito. Ma a vincere cominciano gli altri».

ilnapolista © riproduzione riservata